Peggy Guggenheim e le donne moderne: un incontro online aperto a tutti


Un incontro online aperto a tutti dedicato a Peggy Guggenheim e le donne moderne: oggi alle ore 16.

Aperto a tutti l’incontro di formazione dal titolo Peggy Guggenheim e le donne moderne, organizzato dalla Peggy Guggenheim Collection di Venezia. 

Grazina Subelyte, Associate Curator del museo, racconterà come Peggy Guggenheim, nel corso della sua vita, abbia sostenuto fortemente le donne, sia artiste che non. Tra queste, la fotografa Berenice Abbott, la scrittrice Djuna Barnes, l’anarchica e femminista Emma Goldman e importanti artiste come Rita Kernn-Larsen, Irene Rice Pereira, Alice Rahon, e Sonja Sekula.

L’incontro si svolge mercoledì 7 aprile alle ore 16 sulla piattaforma Zoom ed è gratuito. Si terrà in lingua italiana, avrà la durata di circa 45 minuti, seguiti da una breve sessione di domande e risposte.

Gli insegnanti che partecipano all’incontro possono richiedere un attestato di partecipazione scrivendo a didattica@guggenheim-venice.it

È necessario prenotarsi compilando l’apposito form: si riceverà una mail di conferma con il link per partecipare al webinar. 

Nell’immagine, Peggy Guggenheim nel giardino di Palazzo Venier dei Leoni, Venezia, anni Cinquanta. Alle sue spalle Karel Appel, Il coccodrillo piangente cerca di afferrare il sole (The Crying Crocodile Tries to Catch the Sun), 1956. Photo Roloff Beny / courtesy of Archives and National Archives of Canada.

Peggy Guggenheim e le donne moderne: un incontro online aperto a tutti
Peggy Guggenheim e le donne moderne: un incontro online aperto a tutti


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Cinquecento     Novecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma