Firenze, Palazzo Pitti ospiterà il nuovo Museo delle Carrozze


Palazzo Pitti si prepara ad ospitare un nuovo museo di Firenze: il Museo delle Carrozze. Sarà pronto probabilmente tra un paio d'anni.

Firenze si prepara ad accogliere (o meglio, a ri-accogliere) un museo: il nuovo Museo delle Carrozze di Palazzo Pitti, che sarà allestito nel bastione settentrionale del Palazzo, oggetto di alcuni interventi di pulitura e consolidamento. All’interno del bastione, situato sotto il teatro del Rondò di Bacco, si trovano grandi ambienti coperti con volte: sono le ex stalle lorenesi (che dopo l’Unità d’Italia furono adibite a magazzino e progressivamente vennero abbandonate al degrado) e ospiteranno il percorso espositivo del nuovo museo. “Sono spazi bellissimi”, afferma Eike Schmidt, direttore delle Gallerie degli Uffizi da cui dipende Palazzo Pitti, “che offriranno ai visitatori l’opportunità di apprezzare un nuovo straordinario museo dedicato alla collezione di carrozze storiche delle Gallerie, nel quale saranno collocate anche opere d’arte prestigiose collegate all’argomento, come il fastoso Corteo del carro carnevalesco del principe Giovan Battista Borghese per la mascherata del giovedì grasso del 1664 di Johann Paul Schor, acquistato all’ultima Biennale dell’Antiquariato di Palazzo Corsini”.

“Qui si trova di tutto”, dichiara invece Alessandra Griffo, curatrice della collezione degli arazzi, degli appartamenti imperiali e reali di Palazzo Pitti, curatrice della pittura del settecento, e responsabile del futuro Museo delle Carrozze: “dai reperti strettamente collegati alle carrozze ai materiali dismessi del teatro del Rondò di Bacco che visse il suo momento di prestigio nel panorama cittadino tra il 1975 e i primi anni ‘80, dai materiali accumulati anche da chi abitava negli appartamenti afferenti al complesso di Pitti ai reperti lapidei, la cui natura ed origine sono ancora incerte, e che verranno ora spostati in ambienti più idonei per la loro conservazione e catalogazione”.

I lavori di ristrutturazione degli ambienti che ospiteranno il museo dureranno almeno un paio d’anni. L’ingresso al nuovo museo sarà da piazza Carlo Levi: è la piazzetta, situata a sinistra del Rondò di Bacco guardando il Palazzo, che la scorsa primavera è stata dedicata al grande pittore nonché autore del celeberrimo romanzo Cristo si è fermato ad Eboli, scritto proprio in una casa prospiciente Piazza Pitti e pubblicato nel 1945.

Nell’immagine: Johann Paul Schor, Il corteo del carro carnevalesco del principe Giovan Battista Borghese per la mascherata del giovedì grasso del 1664 (1664; 122 x 317 cm)

Firenze, Palazzo Pitti ospiterà il nuovo Museo delle Carrozze
Firenze, Palazzo Pitti ospiterà il nuovo Museo delle Carrozze


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER