Un anno green per la Reggia di Venaria: il 2021 è dedicato alla natura


Parte con l’inizio della primavera la programmazione della Reggia di Venaria per il 2021: un intero anno green dedicato alla natura.

Parte il 21 marzo, in occasione dell’inizio della primavera, la programmazione della Reggia di Venaria per il 2021, interamente dedicata alla natura e allo scorrere delle stagioni. Il 2021 della Venaria Reale sarà green e proporrà eventi e iniziative, a cominciare da un video online che è stato girato all’interno della residenza sabauda sulle note della Primavera di Vivaldi. 

Un ricco programma di appuntamenti tra arte, storia e natura, con una particolare attenzione verso il rapporto tra uomo e ambiente e verso la sostenibilità. Il complesso della Venaria Reale fin dalle origini ed ancora oggi mostra un intimo legame tra giardini, parco, borgo e aree agricole circostanti, dando vita a un sistema territoriale che va oltre il palazzo che ne costituisce il principale fulcro. 

La Reggia di Venaria si colloca ai primi posti della classifica italiana dei beni culturali per la sensibilità verso le problematiche ambientali e tra i più efficienti dal punto di vista energetico: una riduzione delle emissioni di gas serra che soddisfa i parametri internazionali definiti nella conferenza sui cambiamenti climatici COP21 di Parigi 2015. 

Per l’estate è prevista una grande mostra dedicata al paesaggio, ma saranno proposti anche laboratori, attività didattiche, visite guidate puntando sulla conoscenza e sulla sensibilizzazione alla relazione tra società ed ecosistema. 

Sul sito www.lavenaria.it e sui canali social della Reggia sarà diffuso domenica 21 marzo un video girato per l’occasione tra i giardini e le sale della residenza: una clip musicata e recitata sulle note della Primavera di Vivaldi e la lettura dell’omonimo sonetto che accompagna il concerto, affidata alla voce dell’attrice Lucilla Giagnoni. 

Dal 21 giugno la Citroniera Juvarriana accoglierà la mostra Una infinita bellezza - Paesaggio e ambiente in Italia dalla pittura romantica all’arte contemporanea, organizzata con la GAM - Galleria civica d’arte moderna e contemporanea di Torino, mentre con l’arrivo dell’autunno sarà inaugurato il restauro della Fontana d’Ercole.

In un anno in cui i temi ambientali, la natura e la sostenibilità sono molto affrontati, questi sono stati scelti come chiave di lettura per tutti gli eventi e le iniziative del calendario, che sarà suddiviso in quattro capitoli cronologici intitolati musicalmente Largo alla Primavera, Presto è Estate, Adagio d’Autunno e Allegro in Inverno. Per ciascun periodo il pubblico avrà a disposizione un’ampia serie di attività (in questa prima fase e fino alla ripresa delle visite saranno online) a loro volta suddivise in quattro sezioni. 

SognareGreen: sezione dedicata a spettacoli, musica, danza e teatro, che avrà il suo momento principale in estate con una serie di appuntamenti nel Cortile delle carrozze e in diversi luoghi dei giardini durante le abituali aperture serali, in un fortunato connubio tra arti e natura;

ScoprireGreen: visite guidate a tema, animazioni, incontri, approfondimenti, convegni per conoscere la Reggia sostenibile, ma anche indagare il rapporto uomo-natura, com’è cambiato nel tempo e come tutto questo abbia inciso sull’arte e non solo;

CreareGreen: laboratori per costruire e capire, dal riciclo alla potatura degli alberi, dal realizzare un’opera d’arte al fare paesaggio;

VivereGreen: appuntamenti per il benessere, per proporre e diffondere stili di vita sostenibili, per divulgare gli obiettivi dell’Agenda 2030 dell’ONU. 

"Nell’ideare un progetto culturale che per la prima volta connota il calendario della Reggia con un tema portante, abbiamo costruito un’offerta variegata di eventi artistici basata su più momenti di spettacolo e puntando su un’unica grande mostra coerente con il tema GREEN scelto per il 2021, organizzata con GAM - Galleria civica d’arte moderna e contemporanea di Torino. Nasce così l’esposizione Una infinita bellezza. Paesaggio e Ambiente in Italia dalla pittura romantica all’arte contemporanea, di cui ho l’onore di essere curatore, con Virginia Bertone e Riccardo Passoni, e che inaugureremo il 21 giugno, primo giorno d’estate: saranno esposte oltre 200 opere negli imponenti spazi della Citroniera juvarriana, per testimoniare come la sensibilità per la natura e l’interesse per il paesaggio incontaminato siano temi centrali nella produzione di numerosi artisti del passato, dai pittori preromantici di fine Settecento ai maestri contemporanei. Siamo convinti che potrà essere un’occasione preziosa per il pubblico di ammirare l’opera di grandi artisti e al contempo riflettere sulle condizioni del presente" ha commentato Guido Curto, direttore del Consorzio delle Residenze Reali Sabaude. 

Ph.Credit Dario Fusaro

Un anno green per la Reggia di Venaria: il 2021 è dedicato alla natura
Un anno green per la Reggia di Venaria: il 2021 è dedicato alla natura


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma