Firenze, Palazzo Pitti avrà un modello 3D virtuale grazie a scansioni laser e droni


Via a un progetto di scansione di Palazzo Pitti finalizzata a realizzare un modello 3D dell’importante museo fiorentino.

A Firenze nasce un nuovo progetto da una collaborazione tra le Gallerie degli Uffizi ed il Laboratorio di geomatica per l’ambiente e la conservazione dei beni culturali (Geco) del dipartimento di ingegneria civile e ambientale dell’Università di Firenze.

Il progetto consiste nella realizzazione di un modello 3D virtuale di Palazzo Pitti attraverso scansioni laser e uso di droni. In questi giorni, dopo una pausa dovuta al lockdown, un gruppo di i ricercatori del laboratorio Geco, diretto dalla professoressa Grazia Tucci, sta facendo volare un drone per riprese esterne del Palazzo e anche nel cortile dell’Ammannati. Il progetto durerà due anni.

Secondo il Geco, si tratterà di “una banca dati completa interrogabile, implementabile nel tempo”, e che “documenterà la consistenza geometrica e materica del palazzo e dei suoi ambienti, divenendo supporto indispensabile per una corretta gestione, manutenzione e conservazione di una macchina preziosa e complessa come Palazzo Pitti”.

Firenze, Palazzo Pitti avrà un modello 3D virtuale grazie a scansioni laser e droni
Firenze, Palazzo Pitti avrà un modello 3D virtuale grazie a scansioni laser e droni


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Toscana    

NEWSLETTER