Da Vasari ad Hayez, quattro nuove opere d'arte per le Gallerie dell'Accademia di Venezia


Quattro nuove opere di importanti artisti arricchiscono da quest’anno la collezione delle Gallerie dell’Accademia di Venezia: sono di Giorgio Vasari, Hayez, Strozzi e Bellotti.

Le Gallerie dell’Accademia di Venezia arricchiscono la loro collezione con quattro nuovi dipinti: la Speranza di Giorgio Vasari, un frammento della Parabola del banchetto di nozze di Bernardo Strozzi, l’autoritratto come allegoria dello Stupore di Pietro Bellotti e diciotto disegni di Francesco Hayez per il dipinto raffigurante La distruzione del tempio di Gerusalemme.

Grazie all’acquisto effettuato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, con la collaborazione di Venetian Heritage e Venice in Peril Fund (Londra), queste opere verranno esposte alle Gallerie dove verranno presentate ufficialmente il 26 Gennaio.

Ognuna di queste opere ha una sua storia legata alla città: Vasari giunge a Venezia nel dicembre del 1541, ottenendo la commissione di alcuni dipinti destinati al soffitto di una sala di palazzo Corner che, sul finire del Settecento, venne smontato e i comparti dispersi sul mercato internazionale; la tela di Strozzi, che soggiornò nella città lagunare, acquistata nel 2017, è un frammento di una composizione più ampia di formato ovale rappresentante la Parabola del banchetto di nozze; l’autoritratto di Bellotti, lombardo ma trasferitosi da giovane a Venezia, è una delle invenzioni più singolari e evocative della produzione dell’artista; i disegni di Hayez sono schizzi preparatori per il grande dipinto su tela “La distruzione del tempio di Gerusalemme”.

Nell’immagine: la Speranza di Giorgio Vasari

Da Vasari ad Hayez, quattro nuove opere d'arte per le Gallerie dell'Accademia di Venezia
Da Vasari ad Hayez, quattro nuove opere d'arte per le Gallerie dell'Accademia di Venezia


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER