Il MAXXI punta sulle sfide del futuro con un nuovo innovativo allestimento


What a wonderful world: s’intitola così il nuovo grande allestimento della Collezione MAXXI che intende indagare le grandi questioni del progresso scientifico e tecnologico in relazione alle sfide dell’epoca contemporanea.

Il nuovo grande allestimento della Collezione MAXXI s’intitola What a Wonderful World e propone un percorso innovativo che riunisce importanti installazioni di quindici artisti internazionali tra opere fondamentali della collezione e altre realizzate appositamente per l’occasione. A cura di Bartolomeo Pietromarchi e il team curatoriale del MAXXI, le opere esposte intendono indagare le grandi questioni del progresso scientifico e tecnologico in relazione alle sfide dell’epoca contemporanea, quali l’ibridazione tra specie ed ecosistemi, tra esperienze della realtà e interazioni virtuali, tra mutamenti e innesti di identità e generi, nella riconfigurazione delle dinamiche sociali e politiche del nostro tempo. il titolo vuole alludere infatti alla realtà di oggi e alla speranza per il domani: attraverso lo sguardo visionario degli artisti, il nuovo allestimento vuole evocare, anche in maniera ironica, il nostro tempo di grandi incertezze e sfide, ma anche di molteplici possibilità umane e tecnologiche di grandi evoluzioni e spinte verso il futuro.

Gli artisti coinvolti sono Micol Assaël, Ed Atkins, Rosa Barba, Rossella Biscotti, Simon Denny, Rä Di Martino, Franklin Evans, Thomas Hirschhorn, Carsten Höller, Liliana Moro, Olaf Nicolai, Jon Rafman, Tatiana Trouvé, Paolo Ventura, James Webb.

Si tratta di un progetto sperimentale in progress realizzato in collaborazione con il Centro di ricerca HER She Loves Data, che ha visto la partecipazione di alcune professionalità del Museo nella progettazione di un prototipo performativo. Tale prototipo è ideato per applicare in modo inedito le tecnologie digitali alla valorizzazione e alla promozione della Collezione del MAXXI Arte, indagando l’ecosistema relazionale dell’opera d’arte attraverso l’analisi, la visualizzazione e l’interpretazione di dati generati dal pubblico nel dialogo con le opere in mostra.

Ph.Credit Musacchio, Ianniello, Pasqualini & Fucilla. Su gentile concessione di Fondazione MAXXI

Il MAXXI punta sulle sfide del futuro con un nuovo innovativo allestimento
Il MAXXI punta sulle sfide del futuro con un nuovo innovativo allestimento


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


In Sicilia siti culturali chiusi nei giorni festivi: senza indennità i lavoratori
In Sicilia siti culturali chiusi nei giorni festivi: senza indennità i lavoratori
Dal CNR al Parco di Cerveteri e Tarquinia. Chi è il nuovo direttore Vincenzo Bellelli
Dal CNR al Parco di Cerveteri e Tarquinia. Chi è il nuovo direttore Vincenzo Bellelli
Eike Schmidt: “il mio cuore è qui a Firenze. Agli Uffizi c'è ancora tanto lavoro da fare, vorrei rimanere”
Eike Schmidt: “il mio cuore è qui a Firenze. Agli Uffizi c'è ancora tanto lavoro da fare, vorrei rimanere”
C'è un museo che ora ha un ristorante tre stelle Michelin: è il Mudec di Milano
C'è un museo che ora ha un ristorante tre stelle Michelin: è il Mudec di Milano
Istat, musei 2020: l'8% non ha riaperto dopo la chiusura forzata. Ecco i motivi
Istat, musei 2020: l'8% non ha riaperto dopo la chiusura forzata. Ecco i motivi
Genova, nuovo allestimento per la Galleria Nazionale di Palazzo Spinola
Genova, nuovo allestimento per la Galleria Nazionale di Palazzo Spinola