Ai nostri monumenti servono davvero le recensioni su Tripadvisor e simili?


Ha fatto molto discutere un video su TikTok dove venivano messi alla berlina i commenti strampalati lasciati sul Colosseo da turisti poco preparati. Questi commenti sono però sintomo di un’altra realtà. Inoltre: le recensioni su Tripadvisor e simili servono davvero ai nostri musei?

Al turismo culturale servono davvero le recensioni su siti (Google), social network o sui portali come quelli dove si commentano i ristoranti o alberghi, per esempio TripAdvisor?

La domanda è di attualità in questi giorni perché ha avuto molta eco il video sul social Tik Tok che raccoglieva una serie di commenti strampalati, se così possiamo definirli, su monumenti e luoghi culturali come il Colosseo. Il video ha oltrepassato i 2 milioni e mezzo di visualizzazioni e ha natura canzonatoria, naturalmente, in quanto la carrellata di commenti mette in evidenza delle critiche che paiono del tutto fuori contesto come quella di tale James Bufkin che su Google scrive: “Il Colosseo è una discarica. È tutto rotto, le sedute sono in pietra. Ci avevano detto che nella visita era inclusa una battaglia tra gladiatori, ma nel giorno della nostra visita non c’era nulla in programma. Gli serve un restauro e una riverniciata”. O come quella di John Georgiades, che scrive: “È vecchio, può venire giù da un momento all’altro”.

Viene da domandarsi se siano commenti ironici o effettivamente chi arriva in questi luoghi non riesce a capirne la storia o il valore. Il Colosseo, su Google, ha 301.548 recensioni per un voto finale totale di 4,7 su 5. I commenti negativi sono quindi una netta minoranza come per tutti i grandi monumenti. Qui una rapida carrellata: Musei Vaticani 128.007 recensioni, voto 4,6; Torre di Pisa 103.000 recensioni e voto 4,7; Pinacoteca Brera 21.399 e voto 4.7; Palazzo Ducale a Venezia 22.564 recensioni voto 4.7; Piazza San Marco 14.3892 recensioni e voto 4,7, Uffizi 55.710 recensioni e voto 4,7; Castello Sforzesco a Milano 55.765 recensioni con voto finale 4,6; Pinacoteca Brera 21.400 recensioni voto 4,7 Museo Egizio a Torino 37.592 recensioni e voto 4,7. Il Parco Archeologico di Pompei ha avuto 45mila recensioni con voto di apprezzamento 4,7.

Il Colosseo
Il Colosseo

Dando un’occhiata alle recensioni negative, nonostante siano, ribadiamo, una netta minoranza, capiamo che solo per il Colosseo le critiche erano rivolte al monumento in sé. Per gli altri luoghi visionati la maggior parte riguardano questioni logistiche, la troppa gente che non permette di godersi le opere d’arte, i gruppi organizzati con le guide che monopolizzano lo spazio, e sopratutto i costi dei biglietti.

Il Colosseo fa forse storia a parte in quanto oggetto dell’immaginario collettivo mondiale e sul quale, evidentemente, si erano creati falsi miti, eccessive aspettative o idee fuorvianti sul cosa fosse. Qui il problema non è di comunicazione (bimillenaria) ma forse di preparazione personale del visitatore più che del Colosseo. Ma sarebbe da trattare in altra sede perché il tema è vastissimo: solo chi ha studiato o è acculturato può apprezzare il valore di un resto archeologico o di un museo? Vedere delle rovine di una antica civiltà può essere definito “bello” o apprezzato da un visitatore?

Così come il prezzo del biglietto: come si quantifica il valore di ciò che si sta per vedere? Lo lasciamo giudicare ai visitatori stessi come succede ad esempio nei musei il cui ingresso è a offerta libera? Ci sono esempi di musei che hanno fatto questa scelta, e non lo hanno fatto certo perché luoghi privi di grandissime opere d’arte (il British Museum su tutti). Come si fa a spiegare al turista che il prezzo del biglietto è dettato magari anche dai costi di gestione o quanto altro e come questo può essere utile alla soddisfazione del visitatore?

Per gli altri musei c’è da capire come queste critiche possano essere di spunto per chi li gestisce ma per lo meno conforta che le critiche non siano per il contenuto. Fatte queste considerazioni, le recensioni, ad avviso di chi scrive, non possono essere considerate la cartina di tornasole sulla qualità del luogo da visitare. Palazzo Reale a Napoli, ad esempio, ha solo 6mila recensioni ma non può essere questo il parametro per definirlo.


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Commenta l'articolo che hai appena letto



Commenta come:      
Spunta questa casella se vuoi essere avvisato via mail di nuovi commenti





Torna indietro