Addio con polemica per le due ex sottosegretarie alla cultura Orrico e Bonaccorsi


Le due ex sottosegretarie alla cultura, Anna Laura Orrico e Lorenza Bonaccorsi, cedono il posto a Lucia Borgonzoni e lamentano il fatto che i loro partiti non hanno mantenuto il presidio su cultura e turismo.

È un addio con polemica quello delle due ex sottosegretarie alla cultura, Anna Laura Orrico (Movimento 5 Stelle) e Lorenza Bonaccorsi (Pd) che cedono il posto a Lucia Borgonzoni (Lega), che al contrario delle due colleghe ricoprirà il ruolo in solitaria. Quello che Orrico e Bonaccorsi contestano ai rispettivi partiti di appartenenza è di aver abbandonato un presidio fondamentale sulla cultura e sul turismo (com’è noto, infatti, la Lega ha ottenuto anche il neonato ministero del turismo che sarà affidato a Massimo Garavaglia.

Le due ex sottosegretarie affidano i loro pensieri alle rispettive pagine Facebook. Orrico, dopo i ringraziamenti di rito, scrive: “Mi dispiace soltanto che il Movimento abbia deciso di rinunciare ad un presidio importante al Ministero della Cultura. Resto convinta, infatti, che la cultura sia la vera chiave di volta per immaginare e costruire uno sviluppo sostenibile per il nostro Paese: per questo non smetterò di occuparmi delle imprese che nascono in questo settore, dei suoi professionisti e delle opportunità di rinascita attraverso una seria politica di valorizzazione dei nostri borghi, del nostro dna. La Politica, quella con la P maiuscola, si costruisce giorno per giorno con quella umiltà che poi genera i risultati migliori. Spero, nel mio piccolo, di aver dato il buon esempio di come la politica dovrebbe essere intesa”.

Sulla stessa linea Bonaccorsi, più laconica rispetto a Orrico: “Sono stati mesi durissimi”, attacca nel suo post. “Il settore del turismo, quello più piegato e colpito dalla crisi causata da questo virus, ha passato, sta passando e dovrà ancora passare, mesi durissimi. Io ci ho messo tutto l’impegno e la competenza che potevo. Senza risparmiarmi mai. Ho avuto l’onore di lavorare per il mio Paese in uno dei momenti più difficili dal dopoguerra ad oggi. Alcune cose hanno funzionato, altre meno, alcune cose potevano essere fatte meglio. Come sempre. Per me è stato un impegno totale, come ho sempre affrontato le cose nella mia vita. Ringrazio tutti coloro che hanno lavorato con me Marco Paccione, Andrea, Marina, Luca, Iolanda, Piera, Arnaldo, Tobia, così come ringrazio tutta la Direzione turismo per il lavoro fatto in condizioni difficilissime. Grazie al ministro Franceschini, con il quale è stato un onore lavorare, ma soprattutto una meravigliosa esperienza. Auguro un buon lavoro al nuovo ministro. Grazie anche a tutti gli operatori del settore per i messaggi di stima di queste ore. Mi dispiace che il mio partito non abbia riconosciuto come elemento strategico e caratterizzante per la ripartenza il settore del turismo. Ma questo è un problema che viene da lontano ed e un’altra faccenda”.

Nella foto: Orrico (a sinistra) e Bonaccorsi (a destra).

Addio con polemica per le due ex sottosegretarie alla cultura Orrico e Bonaccorsi
Addio con polemica per le due ex sottosegretarie alla cultura Orrico e Bonaccorsi


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma