Prestiti Leonardo-Raffaello, Franceschini: “occasione unica”. Riester: “dovere far circolare le opere”


Secondo il ministro dei beni culturali Dario Franceschini, che ha firmato oggi col suo omologo francese Franck Riester l’accordo per lo scambio di prestiti di Leonardo da Vinci e Raffaello tra Italia e Francia per le mostre dei cinquecentenari delle scomparse dei due artisti, i prestiti saranno “un’occasione straordinaria”. Il ministro ha dichiarato che “Leonardo e Raffaello verranno ricordati al livello europeo, oltre che mondiale, con due grandi mostre, rispettivamente a Parigi (nel 2019) e a Roma (nel 2020) è una dimostrazione di qualcosa che non è solo nazionale ma è globale”. E ancora, ha aggiunto Franceschini: “oggi più che mai è fondamentale che la cultura sia al centro delle politiche europee, sia perché è un veicolo per costruire cittadinanza comune sia perché è una grande opportunità di crescita economica”.

Gli ha fatto eco Riester: “le opere di Leonardo da Vinci e di Raffaello appartengono all’umanità”. Il ministro francese della cultura francese ha poi sottolineato che “è dovere dell’Italia e della Francia farle circolare quando le condizioni tecniche lo permettono”.

Tra le opere che l’Italia presterà alla Francia figurano l’Uomo vitruviano e i tre studi per la Battaglia di Anghiari delle Gallerie dell’Accademia di Venezia, la Scapiliata della Galleria Nazionale di Parma, e diversi disegni dagli Uffizi tra cui spiccano il celeberrimo Studio di paesaggio (inv. 8P) del 1473 (è la prima opera nota dell’artista toscano) e la copia della Battaglia di Anghiari in deposito al Museo di Palazzo Vecchio a Firenze. Per Parigi partirà poi anche l’Incredulità di san Tommaso del Verrocchio, dei Musei di Orsanmichele.

In cambio, l’Italia riceverà alcune opere di Raffaello per la mostra che si terrà nel 2020 alle Scuderie del Quirinale di Roma: tra queste figurano il Ritratto di Baldassarre Castiglione, l’Autoritratto con un amico e cinque disegni. In totale, la Francia presterà all’Italia sette opere, mentre dall’Italia partiranno alla volta della Francia altre sette opere oggetto del Memorandum d’Intesa firmato da Franceschini e Riester, a cui se ne aggiungono altre quattordici che verranno prestate alla Francia dai musei statali italiani. In questa pagina abbiammo pubblicato l’elenco completo delle opere che verranno scambiate. Il protocollo firmato da Italia e Francia prevede che la durata dei prestiti venga stabilita dai musei in ragione delle condizioni di trasporto e di esposizione delle opere.

Nella foto: Franck Riester e Dario Franceschini alla firma dell’accordo.

Prestiti Leonardo-Raffaello, Franceschini: “occasione unica”. Riester: “dovere far circolare le opere”
Prestiti Leonardo-Raffaello, Franceschini: “occasione unica”. Riester: “dovere far circolare le opere”


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER