Chi sono Lucia Borgonzoni e Gianluca Vacca, i nuovi sottosegretari dei beni culturali


Nominati i due sottosegretari dei beni culturali: sono Lucia Borgonzoni della Lega Nord e Gianluca Vacca del Movimento 5 Stelle. Ecco chi sono.

Ieri sera il governo Conte ha ratificato le nomine di tutti i sottosegretari: sono 45, di cui 6 ricopriranno il ruolo di viceministri (ovvero potranno prendere parte alle sedute del consiglio dei ministri). Sul totale, sono appena 6 le donne nominate. Il ministero dei beni culturali avrà due sottosegretari senza competenze di viceministro. Si tratta della senatrice Lucia Borgonzoni (Lega Nord) e del deputato Gianluca Vacca (Movimento 5 Stelle).

Lucia Borgonzoni, nata a Bologna nel 1976, si è diplomata all’Accademia di Belle Arti di Bologna, ha avuto una breve carriera da artista, seguendo e le orme del nonno Aldo Borgonzoni (Medicina, 1913 - Bologna, 2004), uno dei principali artisti italiani attivi nel secondo Dopoguerra (di lui si sono occupati studiosi come Arcangeli, Ragghianti, Quintavalle), e ha lavorato come interior designer. Dopo un passato che l’ha vista vicina ai centri sociali (ha anche lavorato come barista in un locale underground di Bologna), si è avvicinata alla militanza nella Lega Nord e ha scalato i vertici del partito (di cui è stata anche coordinatrice del Gruppo politico femminile) fino a diventare candidata della coalizione del centrodestra alle elezioni comunali di Bologna del 2016, dove è stata sconfitta al ballottaggio dall’attuale sindaco Virginio Merola (Borgonzoni ottenne il 45,36% dei voti). È entrata per la prima volta in Parlamento con le elezioni del 4 marzo, eletta nel collegio plurinominale Emilia Romagna 01.

Gianluca Vacca, nato a Roma nel 1973, si è laureato in Lettere all’Università “Gabriele d’Annunzio” di Chieti, è stato cultore della materia in letteratura italiana nello stesso ateneo e dal 2004 insegna lettere e latino nelle scuole superiori. È diventato attivista pentastellato nel 2007 presso il gruppo di Pescara, dove ha fondato l’associazione Pescara in comune by Amici di Beppe Grillo, che nel 2008 e nel 2009 si presentò alle elezioni amministrative del comune abruzzese. Eletto alla Camera nel 2013, nella XVII legislatura ha fatto parte della Commissione Cultura della Camera dei Deputati.

Nell’immagine: Lucia Borgonzoni (foto dal suo profilo Instagram) e Gianluca Vacca (foto dal suo profilo Twitter)

Chi sono Lucia Borgonzoni e Gianluca Vacca, i nuovi sottosegretari dei beni culturali
Chi sono Lucia Borgonzoni e Gianluca Vacca, i nuovi sottosegretari dei beni culturali


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Matera 2019, Bonisoli: “qui si gioca l'immagine internazionale del paese. Il Sud sia ambizioso”
Matera 2019, Bonisoli: “qui si gioca l'immagine internazionale del paese. Il Sud sia ambizioso”
Bonisoli presenta alla Camera il suo programma per la cultura: assunzioni, sostegno ai piccoli musei, diplomazia culturale
Bonisoli presenta alla Camera il suo programma per la cultura: assunzioni, sostegno ai piccoli musei, diplomazia culturale
Vuoi mangiare un panino davanti alla Fontana di Trevi? Per te una multa da 240 euro
Vuoi mangiare un panino davanti alla Fontana di Trevi? Per te una multa da 240 euro
Il Castello di Vigevano? Per il ministro del turismo Centinaio, sarebbe meglio se fosse un hotel, più che un museo
Il Castello di Vigevano? Per il ministro del turismo Centinaio, sarebbe meglio se fosse un hotel, più che un museo
Sindaco e assessori puliscono Ponte Vecchio da scritte e graffiti
Sindaco e assessori puliscono Ponte Vecchio da scritte e graffiti
Pisa, critiche al neo-assessore alla cultura che definisce “modestissimo e banalissimo” Tuttomondo di Keith Haring
Pisa, critiche al neo-assessore alla cultura che definisce “modestissimo e banalissimo” Tuttomondo di Keith Haring