Finestre sull'Arte - Quinta puntata

Zacchia da Vezzano

Zacchia da Vezzano


Mini puntata n. 2



Puntata 5 - 10 maggio 2013
Durata: 14'53"



Clicca qui per il download diretto


Zacchia da Vezzano, il cui vero nome fu Ezechia, è un artista poco noto al grande pubblico, ma è stato forse il principale artista del Cinquecento a Lucca: un secolo durante il quale a Lucca la produzione artistica calò vistosamente, in quanto la città toscana fu tra i luoghi in Italia dove attecchì maggiormente la riforma protestante, e sappiamo che secondo i dettami della riforma, le opere d'arte, specialmente quelle commissionate dai privati, erano viste come simbolo di lusso e sontuosità, quindi contrarie al pensiero riformato. L'arte di Zacchia da Vezzano ebbe quindi anche il compito di fare da "argine" alla riforma luterana nella Lucca del XVI secolo. Con Ilaria e Federico scopriremo pertanto nella puntata di oggi le opere devote di un pittore a cavallo tra Rinascimento, Manierismo e Controriforma, che propone diversi lavori di sicuro interesse.

Immagine: Assunzione (particolare), 1527; tempera su tavola, 331 x 201 cm; Lucca, Museo Nazionale di Villa Guinigi.





Approfondimenti

Ezechia da Vezzano noto anche come Zacchia da Vezzano (Lucca, documentato dal 1510 al 1561)

Biografia


1510A quest'anno risale il primo documento su Ezechia da Vezzano, noto anche come Zacchia da Vezzano (non conosciamo la sua data di nascita, da collocarsi verosimilmente attorno al 1495). Secondo il documento, un contratto, lo zio Ferdinando da Vezzano manda il nipote a bottega dal pittore lucchese Agostino Marti. Il padre si chiamava Antonio e con tutta la famiglia si era trasferito a Lucca da Vezzano Ligure, loro luogo d'origine.
1519Zacchia termina il proprio apprendistato presso Agostino Marti. A questo dipinto si data la Natività della chiesa di Sant'Agostino di Pietrasanta (purtroppo rubata, rimane solo la lunetta di coronamento). Durante il suo periodo formativo, Zacchia viaggia a Firenze e probabilmente anche a Roma.
1524Dipinge una Madonna con Bambino tra i santi Gregorio Papa e Margherita per la parrocchiale di Costa de' Grassi, località nei pressi di Castelnovo ne' Monti (oggi in provincia di Reggio Emilia).
1527Dipinge quella che probabilmente è la sua opera più famosa, l'Assunzione oggi conservata presso il Museo Nazionale di Villa Guinigi di Lucca ma originariamente dipinta per la chiesa di Sant'Agostino, sempre a Lucca.
1532Realizza un'altra Assunzione, questa volta per la chiesa di San Pietro in Somaldi a Lucca.
1540 circaEsegue la Santa Petronilla per il Duomo di Lucca.
1545Per la chiesa di San Lorenzo a Lucca dipinge una Madonna con Bambino in trono tra i santi Lorenzo e Giovanni Battista.
1561Esegue l'Ascensione per la chiesa di San Salvatore a Lucca, la sua ultima opera nota. Oltre questa data non si hanno più notizie dell'artista.

Scarica la biografia in formato PDF


Relazioni


Allievo di: Agostino Marti
Guardò a: Fra' Bartolomeo - Ridolfo del Ghirlandaio - Michelangelo - Raffaello - Giovanni di Pietro detto lo Spagna - arte antica
Maestro di: Lorenzo Zacchia il Giovane
Principali mecenati e committenti: Opera del Duomo di Lucca

Immagini


Opere citate durante la trasmissione

Natività (1519; Pietrasanta, Sant'Agostino) - opera rubata
Assunzione (1527; Lucca, Museo Nazionale di Villa Guinigi)
Natività (1520 circa; Lucca, Museo Nazionale di Villa Guinigi)
Ascensione (1561; Lucca, San Salvatore)
Ritratto di musico (1540-50 circa; Parigi, Louvre)
Ritratto di dama (1540-50 circa; Lille, Musée des Beaux-Arts)
Autoritratto (1519?; Lucca, Pinacoteca di Palazzo Mansi)


Libri da leggere


  • Ernesto Borelli, Nel segno di Fra Bartolomeo. Pittori del Cinquecento a Lucca, Maria Pacini Fazzi, 1983.


Mostre e musei da visitare


  • Lucca, Museo Nazionale di Villa Guinigi
  • Lucca, Pinacoteca di Palazzo Mansi
  • Lucca, San Salvatore
  • Lucca, San Pietro in Somaldi
  • Lucca, San Lorenzo
  • Lucca, Museo della Cattedrale
  • Pietrasanta (LU), Sant'Agostino
  • Parigi, Louvre
  • Lille, Musée des Beaux-Arts





I libri e i musei indicati nella pagina non vogliono fornire un panorama esaustivo sull'artista ma sono indicativi per poter approfondire i contenuti della trasmissione.




Login

Username / EmailPassword

Ricordami

Password dimenticata?

Non hai ancora un account? Registrati ora!!!

Tag cloud


Politica e beni culturali     Arte antica     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Barocco     Ottocento     Cinquecento     Novecento     Firenze     Quattrocento     Genova     Roma    

Strumenti utili