Al via un ricco programma d'iniziative per valorizzare il sito archeologico di Gabii


Prende il via dal 6 giugno 2021 un programma d’iniziative per valorizzare l’area archeologica di Gabii, poco distante da Roma.

Al fine di valorizzare il sito archeologico di Gabii, circa sessanta ettari immersi nella natura poco distante da Roma, dal 6 giugno prende il via l’iniziativa Gabiinsieme - Per una valorizzazione dell’area archeologica di Gabii: sette giornate complessive fino al 10 ottobre 2021 con visite guidate, spettacoli, attività per bambini, laboratori di archeologia sperimentale. Chiuso dalla fine del 2019 il sito archeologico è affidato alla Soprintendenza Speciale di Roma Archeologia, Belle Arti e Paesaggio, nel territorio del Municipio VI delle Torri. 

Il progetto rientra in S.U.S.A. – Smart Urban Sustainable Area, che vede coinvolti con il Municipio VI e il Comune di Frascati altri importanti enti di ricerca con sede nel territorio, come l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, l’Istituto Nazionale di Astrofisica, l’ENEA, il CNR e soprattutto l’Università degli Studi di Tor Vergata. Il Municipio VI ha proposto, grazie a un percorso di collaborazione già in atto con la Soprintendenza Speciale di Roma Archeologia, Belle Arti e Paesaggio e il Dipartimento di Storia, Formazione Culturale, Patrimonio e Società dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, di destinare una parte del finanziamento complessivo di S.U.S.A. per la valorizzazione di Gabii.   

La valorizzazione dell’area archeologica ha preso il via con un protocollo d’intesa tra Municipio VI, Soprintendenza Speciale di Roma Archeologia, Belle Arti e Paesaggio e Dipartimento di Storia, Formazione Culturale, Patrimonio e Società dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” il quale prevede il miglioramento dell’assetto espositivo, la realizzazione di eventi culturali, didattico-divulgativi e promozionali. 

“Le meraviglie archeologiche e storico-artistiche sono anche fuori dai circuiti classici della cultura”, ha dichiarato la sindaca Virginia Raggi. “L’Area Archeologica di Gabii è un eccellente esempio dei tesori che romani e turisti possono scoprire nelle nostre periferie. Questo importantissimo progetto ci dimostra come la collaborazione tra Istituzioni sia fondamentale per valorizzare l’immenso territorio della nostra città. Ci tengo a ringraziare Roberto Romanella e Alessandro Marco Gisonda che con impegno e dedizione insieme alla Soprintendente Daniela Porro, l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” hanno realizzato questa importante apertura”.

"Con Gabiinsieme, la Soprintendenza in sinergia con il Comune di Roma, rende nuovamente fruibile al pubblico l’area archeologica dell’antica città di Gabii", ha aggiunto Daniela Porro, Soprintendente Speciale di Roma. “Sette giornate, da giugno a ottobre, con visite guidate, spettacoli, attività per bambini, laboratori di archeologia sperimentale che ci auguriamo siano il preludio per una attività continua all’interno di questo sito archeologico immerso in una natura incontaminata. Una collaborazione quindi da continuare nel tempo, che aggiunge un prezioso tassello agli altri siti della Soprintendenza nelle periferie della città, a delineare un ideale itinerario ’alternativo’, per scoprire luoghi ancora poco conosciuti di Roma”. 

“Da più di un decennio la Soprintendenza Speciale di Roma e l’Università degli Studi di Roma ’Tor Vergata’ hanno avviato a Gabii un progetto di ricerca congiunto. Durante le varie campagne di scavo, effettuate in diversi punti della città latina, sono state anche promosse attività di formazione sul campo per giovani archeologi provenienti da vari atenei italiani ed esteri. Molti di loro hanno poi scelto di svolgere la propria tesi di laurea, di specializzazione o di dottorato su argomenti inerenti l’antica città latina” ha affermato il professor Marco Fabbri, Archeologo del Dipartimento di Storia, Formazione Culturale, Patrimonio e Società dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”. 

A questo link il programma completo.

Al via un ricco programma d'iniziative per valorizzare il sito archeologico di Gabii
Al via un ricco programma d'iniziative per valorizzare il sito archeologico di Gabii


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


La Repubblica Dominicana chiede all'Italia di restituire un rarissimo idolo conservato a Torino
La Repubblica Dominicana chiede all'Italia di restituire un rarissimo idolo conservato a Torino
Grecia, scoperta antica nave romana affondata, con un prezioso carico di anfore
Grecia, scoperta antica nave romana affondata, con un prezioso carico di anfore
Archeologi contro l'emendamento leghista al Milleproroghe che limita l'archeologia preventiva
Archeologi contro l'emendamento leghista al Milleproroghe che limita l'archeologia preventiva
Sicilia, gli scavi portano alla luce elementi urbanistici dell'antica città punico-ellenistica di Lilibeo-Marsala
Sicilia, gli scavi portano alla luce elementi urbanistici dell'antica città punico-ellenistica di Lilibeo-Marsala
Cividale del Friuli, dal cantiere di un edificio riemergono resti dell'antico abitato
Cividale del Friuli, dal cantiere di un edificio riemergono resti dell'antico abitato
Nasce il Parco Archeo Natura a Fiavé, nel sito palafitticolo Patrimonio Unesco di 3500 anni fa
Nasce il Parco Archeo Natura a Fiavé, nel sito palafitticolo Patrimonio Unesco di 3500 anni fa