Udine, scoperti resti di un edificio di epoca romana lungo un antico corso d'acqua


Nel corso di interventi di manutenzione in provincia di Udine, nel Comune di Latisana, sono stati rinvenuti resti di un edificio di epoca romana. 

Nel Comune di Latisana, in provincia di Udine, sono stati rinvenuti, nel corso di interventi di manutenzione volti alla mitigazione del rischio idraulico lungo il Canale Latisanotta, resti archeologici riferibili a un edificio di epoca romana.

I lavori, condotti dal Consorzio di Bonifica della Pianura Friulana e finanziati dalla Protezione civile, si sono svolti in coordinamento con le indagini archeologiche eseguite dalla ditta CORA Società Archeologica s.r.l. sotto la direzione scientifica del funzionario archeologo Giorgia Musina per la Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio del Friuli Venezia Giulia. 

La scoperta di un’area significativa dal punto di vista archeologico è stata possibile grazie alla realizzazione di indagini preventive che hanno previsto l’esecuzione di carotaggi manuali, sondaggi di approfondimento e la sorveglianza in fase di scavo con mezzo meccanico. Situato nei pressi di un antico corso d’acqua, l’edificio si colloca all’interno di un’area densamente occupata in età storica.

È stato compiuto un approfondimento stratigrafico che ha messo in luce i resti di un edificio d’epoca romana i cui confini precisi non sono ancora noti; i resti hanno rivelato almeno due ambienti. Delle strutture originarie si conservano solo le fondazioni costituite prevalentemente da frammenti di grandi dimensioni di tegole disposte di taglio e di frammenti d’anfora posti a diretto contatto con il substrato argilloso naturale. 

Lo studio dei materiali rinvenuti, attualmente conservati nel deposito della sede di Trieste della Soprintendenza, permetterà di circoscrivere la datazione. L’analisi preliminare dei reperti, costituiti da frammenti di anfore e di contenitori in ceramica grezza, comune e a impasto grigio, e da una fibula in bronzo, fanno presupporre che l’edificio sia stato occupato per un lungo periodo di tempo compreso tra la prima età romana imperiale (I-II sec. d.C.) fino al periodo tardoantico-altomedievale (V-VI sec. d.C.). Probabilmente si trattava di un edificio ad uso abitativo per la presenza costante di ceramica sia da mensa che da cucina.

Udine, scoperti resti di un edificio di epoca romana lungo un antico corso d'acqua
Udine, scoperti resti di un edificio di epoca romana lungo un antico corso d'acqua


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


L'Anfiteatro di Volterra scoperto nel 2015 diventerà una delle grandi attrazioni della Toscana?
L'Anfiteatro di Volterra scoperto nel 2015 diventerà una delle grandi attrazioni della Toscana?
Venezia, presentato un inedito reperto etrusco: un Viaggiatore del VI-V secolo a.C.
Venezia, presentato un inedito reperto etrusco: un Viaggiatore del VI-V secolo a.C.
Circeo, trovati resti di nove uomini di Neanderthal nell'importante sito di Grotta Guattari
Circeo, trovati resti di nove uomini di Neanderthal nell'importante sito di Grotta Guattari
Francia, archeologo di 38 anni decifra l'elamita lineare, una scrittura di 4.000 anni fa
Francia, archeologo di 38 anni decifra l'elamita lineare, una scrittura di 4.000 anni fa
Scoperto nei Sassi di Matera un edificio sacro con affresco del '500 sotterrato
Scoperto nei Sassi di Matera un edificio sacro con affresco del '500 sotterrato
Dopo anni di scavo, rinvenuta testa della dea Astarte sull'isola di Mothia, nei pressi di un tempio a lei dedicato
Dopo anni di scavo, rinvenuta testa della dea Astarte sull'isola di Mothia, nei pressi di un tempio a lei dedicato