Napoli, riapre al pubblico dopo il restauro l'Ipogeo dei Cristallini, nel Rione Sanità


A Napoli, nel cuore del Rione Sanità, riapre al pubblico dopo il restauro l’Ipogeo dei Cristallini, il più famoso degli ipogei ellenistici. 

Dall’1 luglio 2022 riapre al pubblico a Napoli, nel cuore del Rione Sanità, l’Ipogeo dei Cristallini, il più famoso degli ipogei ellenistici. Si tratta di un antico sepolcreto greco che conduce chiunque lo visita indietro nel tempo di 2300 anni fa.

Accessibili da un piccola scala all’interno di un palazzo di via dei Cristallini, i quattro spazi dell’Ipogeo condurranno i visitatori in un luogo ricco di decori e di raffinatissimi effetti di trompe l’oeil. Il complesso è infatti costituito da quattro sepolcri, scavati nel tufo, ciascuno con ingresso indipendente. Ognuno è poi formato da due camere sovrapposte: il vestibolo serviva per adempiere ai riti funebri, e da qui si accedeva mediante una scala al piano inferiore, ovvero alla tomba destinata ad ospitare i corpi dei defunti. I quattro ipogei sono ricavati nella roccia fianco a fianco. A livello strutturale hanno lo stesso schema, ma presentano caratteristiche molto diverse tra di loro. L’apparato decorativo si sviluppa con colori molto vivaci e raffinatissimi effetti di trompe l’oeil a imitazione di partiti architettonici e arredi di lusso. Il primo sepolcro era ornato da otto bassorilievi, il secondo conserva un tesoro di anfore, manufatti, urne, altari e affreschi; il terzo è decorato da ghirlande, una testa di Medusa, il gruppo di Dioniso e Arianna e raffigurazioni di una patera, di una brocca e di due candelabri; infine il quarto presenta numerosi loculi alle pareti. In ciascuno degli ipogei si vedono letti-sarcofagi scavati nel tufo, che all’esterno hanno la forma di klinai, con materassi e doppi cuscini scolpiti e dipinti in giallo, viola, azzurro e rosso.

In esposizione anche la ricca collezione di reperti e vasi antichi ancora magnificamente conservati.

Il progetto di restauro è stato avviato nel settembre 2020 ed è stato in parte finanziato con fondi Europei/Regione Campania; è stato svolto sotto l’alta sorveglianza e coordinamento scientifico della Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio per il Comune di Napoli, in collaborazione con l’Istituto Centrale per il Restauro.

Per festeggiare l’apertura dell’Ipogeo dei Cristallini le visite saranno gratuite per tutti dall’1 al 10 luglio. Ssarà aperto tutti i giorni con turni di visite dalle ore 10 alle 14 per un numero massimo di otto persone per volta, numero necessario per garantire a tutti una visita in sicurezza e per continuare a preservare le preziose pitture (durata della visita 60 minuti). Dall’11 luglio in poi l’ingresso sarà a pagamento (intero 25 euro, ridotto 12 euro).

Foto di Luciano e Marco Pedicini

Napoli, riapre al pubblico dopo il restauro l'Ipogeo dei Cristallini, nel Rione Sanità
Napoli, riapre al pubblico dopo il restauro l'Ipogeo dei Cristallini, nel Rione Sanità


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Spagna, scoperta in Andalusia una necropoli fenicia senza precedenti nella zona
Spagna, scoperta in Andalusia una necropoli fenicia senza precedenti nella zona
Scoperto in Turchia un antico anfiteatro romano: è il Colosseo dell'Anatolia
Scoperto in Turchia un antico anfiteatro romano: è il Colosseo dell'Anatolia
Valle dei Templi, gli scavi fanno emergere novità sul Santuario e sul Tempio D
Valle dei Templi, gli scavi fanno emergere novità sul Santuario e sul Tempio D
Leggere i geroglifici con l'aiuto dell'intelligenza artificiale. Da uno studio del CNR è possibile
Leggere i geroglifici con l'aiuto dell'intelligenza artificiale. Da uno studio del CNR è possibile
Il MiBACT si oppone all'emendamento della Lega: “è contro il Codice dei Beni Culturali”
Il MiBACT si oppone all'emendamento della Lega: “è contro il Codice dei Beni Culturali”
Al British Museum verrà esposta una rarissima scultura preistorica scoperta nel 2015
Al British Museum verrà esposta una rarissima scultura preistorica scoperta nel 2015