A Monte Isola, sul Lago d'Iseo, si accende il Terzo Paradiso luminoso di Pistoletto


Si è acceso sabato sera a Monte Isola, sul Lago d’Iseo, il Terzo Paradiso luminoso di Michelangelo Pistoletto. La nuova opera del grande artista biellese rimarrà visibile fino al 23 luglio.

A Monte Isola, il borgo al centro dell’omonima isola nel mezzo del Lago d’Iseo, si è acceso il Terzo Paradiso dell’Energia, opera inedita di Michelangelo Pistoletto (Biella, 1933), che da sabato sera, con le sue luci, arricchisce l’esperienza di visita dell’“isola degli artisti”, insieme alle Ballerine di Angelo Bonello. Rimarrà visibile fino al 23 luglio.

La nuova opera è un ‘Terzo Paradiso luminoso’, connesso idealmente a tutte le 1600 installazioni ed eventi distribuiti nel mondo, qui creato con 16 cumuli di reti colorate (tanti quanti i comuni del Lago d’Iseo) attraversati e uniti da un perimetro a led che delinea la celeberrima rivisitazione del segno matematico dell’Infinito creata dal grande artista piemontese. L’effetto, visto dall’alto, è quello di una nuova costellazione, che al centro vede un ramo di ulivo, a richiamare da un lato i 17 “Goal” dell’Agenda 2030, e dall’altro quella ‘pace preventiva’ invocata dallo stesso Pistoletto. Accanto al Terzo Paradiso dell’Energia stanno e si muovono le opere di Angelo Bonello: Ballerina Sequence ne accompagna la visione, Floating Ballerina la annuncia muovendosi sull’acqua con una musica di sottofondo creata appositamente.

L’opera è il frutto di una articolata collaborazione tra Cittadellarte Fondazione Pistoletto, A2A e la Fondazione Banco dell’energia, l’ente filantropico che sostiene le persone in condizione di vulnerabilità economica e sociale e realizza progetti legati al contrasto della povertà energetica. Angelo Bonello è anche il direttore artistico dell’insieme delle nuove installazioni a Monte Isola, Fortunato D’Amico è il curatore del Terzo Paradiso dell’Energia a Monte Isola, progetto che non si limita al gesto creativo e artistico, ma è portatore di messaggi e ispiratore di azioni che vedono protagonista tutto il territorio circostante.

L’opera intende mettere in scena e spettacolarizzare la rete, uno degli emblemi dell’Isola, simbolo della tradizione artigiana locale e attuale distretto economico di rilievo internazionale. È realizzata con materiali di riuso, le reti prodotte sull’isola e le luci a led dismesse dalle opere di Light is Life, come segno di infinita rinascita. E con questi stessi materiali, una volta disallestita l’opera dopo il 23 luglio, verrà creata una nuova opera destinata a rimanere permanentemente a Monte Isola, in seguito a una Residenza d’Artista che verrà coordinata nei prossimi mesi da Cittadellarte. Un artista sarà chiamato ad approfondire la conoscenza di borghi e materiali locali, successivamente è previsto un periodo presso Cittadellarte (Biella) per confrontarsi con la realtà della Fondazione e l’opera di Michelangelo Pistoletto. La residenza si concluderà a Monte Isola per finalizzare la realizzazione dell’opera.

Le reti ‘fisiche’ diventano inoltre metafora dell’interconnessione che lega il destino del singolo a quello della società intera, e quello dell’uomo a quello del pianeta, oltre che delle reti di cooperazione e sociali che il Terzo Paradiso ambisce sempre ad innescare, qui materializzate da un palinsesto di eventi e azioni concrete, unite dal filo conduttore del raggiungimento dell’equilibrio tra uomo e natura e della cooperazione come fattore generativo di energia.

Inoltre, domenica mattina, nello specchio d’acqua prospiciente le installazioni artistiche, si è svolta la scenografica ‘Vogata del Terzo Paradiso’, non competitiva, a bordo di canoe e naécc, le tipiche imbarcazioni a remi del Lago d’Iseo. La manifestazione sportiva è organizzata in collaborazione con il Comune di Monte Isola e i circoli velici di Monte Isola e dei Comuni rivieraschi (Iseo, Sarnico, Pisogne, Paratico, Tavernola Bergamasca). Partendo da località Le Ere (tra Peschiera Maraglio e Sensole) le 60 barche partecipanti hanno osservato un percorso simbolico lungo circa 500 metri, a tripla ellisse, ricalcando la forma del Terzo Paradiso, per porre l’attenzione sull’attualissima questione riguardante la siccità e la gestione e approvvigionamento delle riserve idriche. E sempre nell’ambito delle iniziative che accompagnano l’opera di Pistoletto, sabato è stato inaugurato anche ‘Il Terzo Paradiso dei Giovani’, collocato sul lungolago di Monte Isola, risultato di incontri e workshop con le classi dell’Istituto Comprensivo L. Einaudi di Monte Isola, sensibilizzando gli studenti sull’importanza dell’energia quale elemento inclusivo, della rete solidale, della cura sociale ed ambientale e all’uso responsabile delle risorse. Questa opera collettiva a forma del Terzo Paradiso è stata completata dai bambini e dalle loro famiglie precedendo l’inaugurazione del Terzo Paradiso dell’Energia. L’attività didattica proseguirà in autunno, con l’avvio dell’anno scolastico 2023-2024, prevedendo incontri e attività laboratoriali negli istituti primari e secondari di primo grado dei comuni del Lago d’Iseo.

Secondo Michelangelo Pistoletto, “il Terzo Paradiso dell’Energia a Monte Isola è un caso emblematico di come l’Arte Contemporanea – secondo quanto progettiamo e sperimentiamo a Cittadellarte - Fondazione Pistoletto ONLUS – non si limita a generare progetti, installazioni e performance artistiche, ma può e deve contribuire al cambiamento e all’innovazione sociale. Su questi principi ci siamo ritrovati subito in sintonia con A2A e con il Banco dell’Energia, protagonista dell’importante missione di contrasto alla povertà energetica. Quindi a Monte Isola e nel Lago d’Iseo abbiamo attivato Laboratori didattici per le scuole su questo tema – nella scuola i giovani devono acquisire consapevolezza del loro ruolo attivo nella società; abbiamo avviato un percorso di Comunità energetica che coinvolgerà alcuni Comuni del Lago d’Iseo; prevediamo un intervento di ‘residenza d’artista’ che utilizzando i materiali dismessi dall’opera principale lasci sull’Isola tracce creative anche per il futuro; organizzeremo incontri che coinvolgeranno gli operatori urbanistici e culturali dei territori bresciano e bergamasco. Questo il cambiamento per il quale lavoriamo con i progetti del Terzo Paradiso, in Italia e all’Estero”.

A Monte Isola, sul Lago d'Iseo, si accende il Terzo Paradiso luminoso di Pistoletto
A Monte Isola, sul Lago d'Iseo, si accende il Terzo Paradiso luminoso di Pistoletto


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Milano, Miart 2022 annuncia i vincitori di acquisizioni e premi
Milano, Miart 2022 annuncia i vincitori di acquisizioni e premi
Collocata la monumentale scultura di Kapoor alla metro di Napoli. Ricorda l'organo genitale femminile
Collocata la monumentale scultura di Kapoor alla metro di Napoli. Ricorda l'organo genitale femminile
A New York in mostra le ultime opere, fortemente politiche, di Jenny Holzer
A New York in mostra le ultime opere, fortemente politiche, di Jenny Holzer
Milano, le grandi sculture gonfiabili di Franco Mazzucchelli in Darsena e in Triennale
Milano, le grandi sculture gonfiabili di Franco Mazzucchelli in Darsena e in Triennale
Milano, street artist tinge di rosa le acque della Darsena per l'8 marzo
Milano, street artist tinge di rosa le acque della Darsena per l'8 marzo
Ecco il nuovo murale di Jorit: un Gramsci di 213 mq alle case popolari di Firenze
Ecco il nuovo murale di Jorit: un Gramsci di 213 mq alle case popolari di Firenze



MAGAZINE
primo numero
NUMERO 1

SFOGLIA ONLINE

MAR-APR-MAG 2019
secondo numero
NUMERO 2

SFOGLIA ONLINE

GIU-LUG-AGO 2019
terzo numero
NUMERO 3

SFOGLIA ONLINE

SET-OTT-NOV 2019
quarto numero
NUMERO 4

SFOGLIA ONLINE

DIC-GEN-FEB 2019/2020