In Nepal una maxi installazione sui tetti di un villaggio per omaggiare il ruolo delle donne locali


In un villaggio del Nepal è stata realizzata una maxi installazione di tessuto sui tetti: si tratta di Like Her dell’artista franco-tunisino eL Seed a cui hanno contribuito dodici donne del luogo. 

Un’installazione che si estende sui tetti di un villaggio del Nepal, per oltre 170 metri di lunghezza, e che è legata al tema dell’emancipazione femminile: è Like Her dell’artista franco-tunisino di eL Seed che ha realizzato con dodici donne nepalesi. L’opera si estende infatti sulla maggior parte dei tetti del villaggio di Giranchur, in Nepal, utilizzando più di chilometro di tessuto che richiama i costumi tradizionali nepalesi. Dodici donne del villaggio hanno collaborato alla realizzazione della maxi installazione, tenendo conto anche del fatto che proprio le donne di Giranchur hanno ricostruito con tenacia ripari sicuri dopo la distruzione causata dal violento terremoto che ha colpito il Nepal nel 2015. L’opera di eL Seed intende essere dunque una sorta di riconoscimento, un omaggio, per far riflettere l’umanità sul fondamentale ruolo che hanno avuto le donne in quel drammatico momento. 

L’installazione raffigura le parole di Yogmaya Neupane (1867-1941), una delle prime donne attiviste del Nepal; una donna che è diventata un’icona moderna nella lotta contemporanea per la parità dei sessi e per la giustizia sociale

Caratteristica dell’artista franco-tunisino è l’utilizzo nelle sue opere della calligrafia araba, che la considera come un potente mezzo per costruire connessioni tra individui. Anche in questa occasione, eL Seed ha raffigurato questo tipo di scrittura con cui ha scritto la frase di Yogmaya Neupane: “There is nothing between us, nothing at all. Your eyes have tears, just like my own” (Non c’è niente tra noi, niente di niente. I tuoi occhi hanno lacrime, proprio come i miei). La frase si vede da una prospettiva a volo d’uccello e svanirà progressivamente, con lo scorrere del tempo. 

Ciascuna delle dodici donne che hanno contribuito all’installazione è stata retribuita per il suo lavoro e la realizzazione della stessa è stata presa in comune accordo con la comunità locale. Per l’allestimento sono state utilizzate strutture di bambù che resteranno al villaggio per essere impiegate nell’edilizia. 

Immagine: eL Seed, Like Her (2021) Su gentile concessione dell’artista

In Nepal una maxi installazione sui tetti di un villaggio per omaggiare il ruolo delle donne locali
In Nepal una maxi installazione sui tetti di un villaggio per omaggiare il ruolo delle donne locali


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Arte rupestre, forse è stata scoperta la più antica scena di caccia al mondo
Arte rupestre, forse è stata scoperta la più antica scena di caccia al mondo
Torna a Milano il Premio Cramum. L'ottava edizione parla di futuro e responsabilità
Torna a Milano il Premio Cramum. L'ottava edizione parla di futuro e responsabilità
L'Università di Sydney: “abbiamo scoperto un raro disegno di Giorgione, che include la data della morte”
L'Università di Sydney: “abbiamo scoperto un raro disegno di Giorgione, che include la data della morte”
Focus restauro del Polittico dell'Agnello mistico. Terza puntata: le fasi 1 e 2 del restauro
Focus restauro del Polittico dell'Agnello mistico. Terza puntata: le fasi 1 e 2 del restauro
Street art, le bagnanti di Picasso mettono anche al mare la mascherina
Street art, le bagnanti di Picasso mettono anche al mare la mascherina
Le sculture di Alfredo Aceto che giocano con le nostre linee del tempo
Le sculture di Alfredo Aceto che giocano con le nostre linee del tempo