Quindici musei di Milano sbarcano su Google Arts & Culture


Quindici musei di Milano sbarcano da oggi su Google Arts & Culture. Soddisfazione da parte dell’assessore Filippo Del Corno.

Su Google Arts & Culture è da oggi possibile visitare virtualmente 15 musei di Milano: Galleria Civica d’Arte Moderna, Castello Sforzesco, Casa Museo Boschi Di Stefano, Biblioteca Sormani, MUDEC – Museo delle Culture, Museo di Storia Naturale, Museo del Novecento, Hangar Bicocca, Biblioteca Ambrosiana, Associazione Viafarini – Fabbrica del Vapore, Quadrilatero della Bellezza – Gruppo MilanoCard, That’s Contemporary, Ca’ Granda – Ospedale Maggiore Policlinico, Casa Museo Poldi Pezzoli, Rainlab.

L’iniziativa fa parte del progetto “Grow with Google Milano”, una collaborazione tra Google e i suddetti musei che ha lo scopo di proporre mostre interattive, tra cui quella denominata “Milano città d’arte”, e seminari di digital marketing gratuiti rivolti alle imprese del territorio e alle istituzioni culturali della città che si terranno tra il 2 e il 7 ottobre dalle ore 9 alle ore 18, presso le Colonne del Palazzo Giureconsulti. Qui schermi interattivi mostreranno dettagli delle opere dei musei di Milano mentre visori per la realtà virtuali Cardboard e Daydream permetteranno un’esplorazione più immersiva.

In totale, Google ha raccolto 2700 immagini catturate in altissima risoluzione con Art Camera che ritraggono 320 opere tra quelle esposte nei musei che hanno aderito all’iniziativa. L’assessore alla Cultura Filippo Del Corno spiega: “La ricchezza del patrimonio artistico milanese ha ora un altro prestigioso canale, digitale e dunque globale, per farsi conoscere dal pubblico di tutto il mondo. Il progetto consente un approccio costruttivo e partecipato ai nuovi media, garantendo una maggiore diffusione della conoscenza, della nostra storia, e di tutta la bellezza che custodiamo”.

Roberta Cocco, assessore Trasformazione digitale e Servizi Civici del Comune di Milano, ha commentato: “Abbiamo patrocinato con piacere questa iniziativa che si pone l’obiettivo, condiviso fortemente da questa Amministrazione comunale, di diffondere la cultura digitale attraverso progetti mirati rivolti a cittadini e imprese. La vera trasformazione digitale di un Paese non può prescindere da forti e continuative azioni di educazione digitale, che coinvolgano istituzioni, imprese e scuole riuscendo a raggiungere in maniera capillare tutte le fasce della popolazione. A ciò si aggiunge la bellissima iniziativa di digitalizzazione delle opere d’arte: un ottimo esempio di come il digitale riesca ad abbattere le barriere rendendo la bellezza dell’arte a disposizione di tutti, senza distinzioni”.

Potete trovare Google Arts & Culture a questo link. Per le Colonne del Palazzo Giureconsulti vi rimandiamo al sito ufficiale.

Quindici musei di Milano sbarcano su Google Arts & Culture
Quindici musei di Milano sbarcano su Google Arts & Culture


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


Firenze, il restauro della Sala degli Elementi di Palazzo Vecchio è quasi terminato
Firenze, il restauro della Sala degli Elementi di Palazzo Vecchio è quasi terminato
Parigi, Johnny Depp si traveste da Jack Sparrow e fa visita ai bambini malati in ospedale
Parigi, Johnny Depp si traveste da Jack Sparrow e fa visita ai bambini malati in ospedale
Nuova illuminazione per la Basilica di San Pietro in Vaticano
Nuova illuminazione per la Basilica di San Pietro in Vaticano
Ci lascia Beatrice Susa, fondatrice del Premio Arte Laguna
Ci lascia Beatrice Susa, fondatrice del Premio Arte Laguna
Stop al sovrapprezzo per le mostre temporanee alla Galleria dell'Accademia di Firenze
Stop al sovrapprezzo per le mostre temporanee alla Galleria dell'Accademia di Firenze
Il Dedalo di Mitoraj per sempre a Pompei
Il Dedalo di Mitoraj per sempre a Pompei