Achille Lauro porta ancora la storia dell'arte a Sanremo e si trasforma nella marchesa Luisa Casati


Ancora storia dell’arte sul palco del Teatro Ariston di Sanremo, e sempre con Achille Lauro, che dopo il “san Francesco” di Giotto della prima serata, questa sera si è trasformato nella marchesa Luisa Casati Stampa (Milano, 1881 - Londra, 1957). Nata Luisa Amman, figlia del ricco mercante di cotone Alberto Amman, andò in sposa al marchese Camillo Casati Stampa di Soncino, ed è ricordata per aver posato per numerosi artisti (da Giovanni Boldini ad Alberto Martini, da Giacomo Balla a Fortunato Depero e altri) e per la sua relazione con Gabriele d’Annunzio, che la chiamò “la divina marchesa”. Ma non fu solo musa ispiratrice: grazie anche alla crescente attenzione che gli studiosi le hanno dedicato negli ultimi tempi (si veda, per esempio, la mostra che tra il 2014 e il 2015 la vide protagonista a Venezia, a Palazzo Fortuny), la sua figura è stata di recente riscoperta come antesignana della performance e della body art.

La sua cospicua attività collezionistica, le sue azioni (a cominciare dalle numerose feste, spettacolari) e i suoi mascheramenti (tutte attività che, peraltro, le costarono tutto il patrimonio, tanto che visse gli ultimi anni della sua vita in povertà) sono stati ricondotti a una dimensione estetica propria e del tutto in linea con lo spirito del decadentismo: così, Luisa Casati rese se stessa un’opera d’arte, trasformandosi in un’icona del suo tempo.

I suoi look eccessivi hanno fatto storia: la marchesa indossava vistosi gioielli zoomorfi, pantofole con diamanti, lunghi abiti di pesante velluto, guanti in pelle di tigre, cappotti di pantera, bizzarri copricapi: i ritratti di Boldini e Martini ce la restituiscono in tutta la sua appariscente bellezza. E questa sera Achille Lauro ha scelto un costume ispirato proprio ai costumi che la marchessa indossava: “la Divina Marchesa Luisa Casati Stampa”, ha scritto sul suo profilo Instagram, “musa ispiratrice dei più grandi artisti della sua epoca. Grande mecenate, performer prima della performing art e opera d’arte vivente”.

Nelle immagini sotto: Luisa Casati (1922), l’attrice Marisa Berenson che interpreta la marchesa nel 1971 e l’interpretazione di Achille Lauro per Sanremo 2020





Achille Lauro porta ancora la storia dell'arte a Sanremo e si trasforma nella marchesa Luisa Casati
Achille Lauro porta ancora la storia dell'arte a Sanremo e si trasforma nella marchesa Luisa Casati


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER