Addio a Getulio Alviani, grande artista del Novecento


È scomparso all’età di 78 anni Getulio Alviani, uno dei più grandi artisti del Novecento.

È scomparso ieri a Milano, all’età di 78 anni, Getulio Alviani, importante artista esponente dell’arte programmata e dell’arte cinetica. Nato a Udine il 5 settembre 1939, si formò studiando la lezione della Bauhaus (fu anche amico di Walter Gropius) e propose un’arte che indagava la struttura della percezione: era noto soprattutto per le “linee luce”, opere in superfici metalliche (soprattutto alluminio) che poi venivano fresate e modulate secondo schemi che, attraverso la modulazione dei piani e delle linee, creavano particolari effetti ottici. Amico di diversi artisti importanti, da Albers (sul quale scrisse anche un libro) a Fontana, da Max Bill a Sonia Delaunay, espose tre volte alla Biennale di Venezia e una volta a Documenta, e dal 1976 insegnò per cinque anni all’Accademia di Belle Arti di Carrara. Ha esposto in diversi musei internazionali in collettive e personali, dal MoMA di New York al Palais des Beaux-Arts di Bruxelles, dalla Kunsthalle di Colonia al Grand Palais di Parigi.

Getulio Alviani fu anche uno dei primi esponenti dell’arte programmata (così definita da Bruno Munari), ovvero quella le cui opere nascevano da programmi preimpostati. Le sue strutture cinetiche e visuali finirono con l’influenzare anche la moda: Alviani, infatti, collaborò anche con stilisti, creando tessuti che riportavano le strutture delle sue opere. È stato uno dei maggiori protagonisti dell’arte del Novecento.

Immagine: Getulio Alviani, Textura vibratile (1972; esagoni e 2 cubi verticali; Napoli, Collezione Dina Caròla, in comodato a Madre - museo d’arte contemporanea Donnaregina). Foto © Amedeo Benestante)

Addio a Getulio Alviani, grande artista del Novecento
Addio a Getulio Alviani, grande artista del Novecento


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma    

NEWSLETTER