Addio ad Annamaria Larese, direttrice del Museo Archeologico Nazionale di Venezia


Scompare a 62 anni Annamaria Larese, archeologa, direttrice del Museo Archeologico Nazionale di Venezia.

È scomparsa a Belluno, all’età di sessantadue anni, l’archeologa Annamaria Larese, direttrice del Museo Archeologico Nazionale di Venezia, che guidava dal 2014. Da ottobre aveva sviluppato i sintomi di un cancro che le ha concesso pochi mesi di vita. Nata a Roma da una famiglia originaria di Belluno e laureatasi in Lettere Antiche all’Università Ca’ Foscari di Venezia nel 1981 (con specializzazione in Archeologia a Bologna nel 1985), aveva cominciato la sua carriera di archeologa come funzionario della Soprintendenza di Padova, ed era molto esperta di archeologia veneta, grande studiosa soprattutto dell’area di Concordia Sagittaria, oltre che di vetri antichi e di lucerne in terracotta. Aveva all’attivo un lungo elenco di pubblicazioni scientifiche e aveva anche insegnato all’Università Ca’ Foscari di Venezia.

Era inoltre direttrice del Museo Nazionale Concordiese di Portogruaro-Area Archeologica di Concordia Sagittaria, oltre che del Museo della Laguna di Lazzaretto Vecchio e del nuovo Museo di Archeologia del Mare di Caorle, che ha aperto i battenti nel 2018 e che Larese aveva contribuito a fondare: i colleghi, scherzosamente, la chiamavano “la direttrice quadrupla”. Faceva anche parte del Comitato Nazionale Italiano della Direzione regionale Musei del Veneto, organizzazione internazionale per lo studio della storia del vetro.

“Era un’archeologa sopraffina”, ricorda Daniele Ferrara, direttore regionale dei Musei del Veneto. “Sapeva bene che il patrimonio custodito nei musei o sul territorio necessitava di nuove forme di mediazione; che l’interlocutore era il pubblico nel suo insieme e non quello dei soli specialisti. E infatti da archeologa, cioè da ricercatrice per cui è più connaturato l’approccio antropologico all’oggetto della ricerca, era consapevole della necessità di far dialogare le opere antiche, i reperti, con l’umanità contemporanea, cercando di far incrociare la storia e le sue testimonianze su un terreno esperienziale, su quegli aspetti antropologici appunto che consentano al visitatore contemporaneo di riconoscersi nelle vicende che coinvolsero i nostri antenati. In questo senso confidava nelle nuove tecnologie, non certo come fattore di costume che potesse prendere il sopravvento sulla storia e sui suoi documenti”. Numerose, infatti le sue iniziative per dotare i musei di strumenti di dialogo con il pubblico e di diffusione di contenuti online.

Attualmente, stava seguendo il nuovo allestimento del Museo Archeologico di Venezia, che adesso verrà dunque proseguito in suo nome.

Addio ad Annamaria Larese, direttrice del Museo Archeologico Nazionale di Venezia
Addio ad Annamaria Larese, direttrice del Museo Archeologico Nazionale di Venezia


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Toscana    

NEWSLETTER