Il ministro Bonisoli: “Dobbiamo imparare dal terzo settore e capire come MiBAC possa aiutare, sistematizzare e promuovere”


Il prossimo 1° marzo il ministro dei Beni Culturali, Alberto Bonisoli, incontrerà a Roma gli esponenti del terzo settore che collaborano con il Ministero, in un convegno dal titolo “Il Mibac ascolta”. Nell’invito, Bonisoli scrive: “Ho immaginato una giornata di dialogo il prossimo primo marzo che deve essenzialmente rispondere a queste domande: Quali sono le problematiche di chi si occupa di progetti di valorizzazione sul territorio? Quali azioni il soggetto pubblico (Ministero, enti locali ecc.) deve mettere in atto per favorire questo tipo di iniziative?”

“In Italia”, ha dichiarato il ministro, “esiste un associazionismo diffuso che si occupa a vario titolo di beni culturali e che si relaziona con lo Stato, gli enti locali, la Chiesa. Associazioni, cooperative, gruppi di volontari, archeoclub, piccole imprese, fondazioni, hanno maturato una esperienza ricchissima occupandosi di una parte importante del nostro immenso e diffuso patrimonio culturale. Da queste realtà abbiamo da imparare e dobbiamo capire come le iniziative del Ministero possano aiutare, sistematizzare, promuovere”.

L’incontro sarà articolato su tre tavoli che verteranno sui seguenti temi: le professioni dei beni culturali, le forme degli accordi di valorizzazione e la gestione dei rapporti fra pubblico e privato per la valorizzazione.

Il ministro Bonisoli: “Dobbiamo imparare dal terzo settore e capire come MiBAC possa aiutare, sistematizzare e promuovere”
Il ministro Bonisoli: “Dobbiamo imparare dal terzo settore e capire come MiBAC possa aiutare, sistematizzare e promuovere”


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma