Il Castello del Catajo è salvo (per ora): la Soprintendenza blocca la costruzione del centro commerciale


Il Castello del Catajo, minacciato dalla costruzione di un centro commerciale, è per ora salvo: la soprintendenza blocca la costruzione del centro commerciale nelle sue vicinanze

Si chiude, almeno per il momento, la vicenda del Castello del Catajo, nei Colli Euganei (Veneto): l’edificio era minacciato, dalla estate scorsa, dall’imminente costruzione di un centro commerciale nelle sue vicinanze, che avrebbe irrimediabilmente compromesso il paesaggio e il panorama della zona. Alla vicenda avevamo dedicato un lungo approfondimento, ascoltando anche il direttore del Castello, Marco Moressa, e l’articolo che avevamo scritto aveva dato vita a un’interrogazione parlamentare.

Nella giornata di giovedì è arrivata finalmente quella che potrebbe essere l’ultima parola: la soprintendenza ha confermato il vincolo paesaggistico nell’area attorno al Castello del Catajo, che finora era provvisorio. Il centro commerciale che sarebbe dovuto sorgere nel territorio comunale di Due Carrare, nei pressi del castello, non sarà dunque realizzato, dal momento che insiste su un’area protetta da vincolo. La vicenda, tuttavia, non è ancora del tutto conclusa: Deda srl, la società proprietaria dell’area designata per accogliere l’ipermercato, ha annunciato che farà ricorso al Tar, affermando, peraltro, di essere sicura di vincere e di avere intenzione, nel caso, di chiedere i danni. Uno stop, tra l’altro, potrebbe far perdere alla società tutta la cifra finora investita nell’operazione (circa 15 milioni di euro).

Soddisfazione da parte di Sergio Cervellin, l’imprenditore che ha rilevato il Castello del Catajo per restaurarlo e restituirlo alla fruizione del pubblico. Anche gli ambientalisti, estremamente lieti per il risultato a cui le mobilitazioni del territorio hanno condotto, hanno espresso la loro contentezza per questo primo esito della vicenda, visto come risolutore: solo la soprintendenza infatti aveva il potere di bloccare i lavori. Adesso occorrerà dunque aspettare le mosse della società che ha acquistato l’area su cui avrebbe voluto costruire il centro commerciale.

Fonte: Corriere del Veneto.

Nell’immagine: gli interni del Castello del Catajo

Il Castello del Catajo è salvo (per ora): la Soprintendenza blocca la costruzione del centro commerciale
Il Castello del Catajo è salvo (per ora): la Soprintendenza blocca la costruzione del centro commerciale


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Caso Modigliani: per Chiappini e Zuffi, opere certe e polemiche strumentali
Caso Modigliani: per Chiappini e Zuffi, opere certe e polemiche strumentali
L'FBI ritrova un dipinto di Chagall rubato trent'anni fa
L'FBI ritrova un dipinto di Chagall rubato trent'anni fa
Giudice ordina la riesumazione del corpo di Dalí
Giudice ordina la riesumazione del corpo di Dalí
Pensi che nella cultura ci siano discriminazioni di genere? Hai subito molestie? Partecipa al sondaggio di “Mi riconosci”
Pensi che nella cultura ci siano discriminazioni di genere? Hai subito molestie? Partecipa al sondaggio di “Mi riconosci”
Deturpato con scritte e disegni il murale sul Tevere di William Kentridge
Deturpato con scritte e disegni il murale sul Tevere di William Kentridge
Incendio in Normandia devasta duecento opere, di cui tre del Louvre in deposito presso museo locale
Incendio in Normandia devasta duecento opere, di cui tre del Louvre in deposito presso museo locale