Da Napoli alle Cinque Terre, in arrivo 740 milioni per interventi sui beni culturali. Lo stanziamento del CIPE


Il Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica (CIPE) stanzia 740 milioni di euro per interventi sui beni culturali.

Sono in arrivo 740 milioni di euro per 59 nuovi interventi sul patrimonio culturale. Si tratta di uno stanziamento del CIPE, il Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica, che ha approvato un piano d’investimenti per rafforzare l’offerta culturale e potenziare i sistemi urbani e di promozione turistica: si tratta infatti di fondi destinati al recupero di beni culturali, ma anche al potenziamento dell’offerta turistica. Arriva così a 4,2 miliardi di euro il valore degli interventi attualmente in corso (circa 1.500) su tutto il territorio nazionale.

Dei 740 milioni, 360 sono destinati alla riqualificazione urbana dei centri storici di Cosenza, Napoli, Taranto e Palermo (90 milioni ciascuno), 32 per il Grande Progetto Ostia Antica, 8 per la realizzazione del Politecnico del Mare a Ostia, 20 per la valorizzazione del litorale domizio, 10 per il patrimonio culturale nella buffer zone di Pompei, 7 per il consolidamento e l’adeguamento della Via dell’Amore alle Cinque Terre, 4,4 per il restauro e la valorizzazione di Palazzo Carignano a Torino, 4 per il restauro e la valorizzazione di Villa Correr Dolfin e il parco storico di Porcia (Pordenone), 1 per la riqualificazione della Casa Museo di Raffaello a Urbino in vista del cinquecentesimo anniversario della scomparsa dell’artista che cadrà nel 2020.

Inoltre, 135 milioni di euro sono destinati al sostegno delle produzioni audiovisive legate alla valorizzazione di personaggi ed eventi che contribuiscano a promuovere l’immagine dell’Italia nel mondo, e 55,7 milioni di euro per il rafforzamento del Piano Strategico del Turismo attraverso interventi a sostegno delle politiche per il turismo sostenibile a Roma, Firenze, Milano e Venezia (finanziamenti per le strategie per governare la crescita dei flussi turistici), per la riqualificazione delle destinazioni del Sud Italia, per finanziare il progetto Wi-Fi Italia (il sistema di autenticazione unico per le reti WiFi pubbliche italiane) e per finanziare il progetto Montagna Italia.

“Il piano del Mibact approvato oggi dal Cipe”, ha dichiarato il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, “sosterrà nuovi interventi di quel ‘cantiere cultura Italia’ avviato quattro anni fa per recuperare un colpevole ritardo nell’adempimento dell’articolo 9 della Costituzione che investe la Repubblica del compito di salvaguardare il patrimonio culturale e paesaggistico della nazione. Da un fondo di poco meno di 40 milioni di euro per il recupero dei beni artistici, archeologici e monumentali si è passati a oltre 4 miliardi di euro. Un segnale forte di quanto si sia investito in cultura e turismo in questi 4 anni”.

Immagine: piazza del Plebiscito, nel centro storico di Napoli. Ph. Credit Finestre sull’Arte

Da Napoli alle Cinque Terre, in arrivo 740 milioni per interventi sui beni culturali. Lo stanziamento del CIPE
Da Napoli alle Cinque Terre, in arrivo 740 milioni per interventi sui beni culturali. Lo stanziamento del CIPE


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER