Ancora deserta l'asta per il Casino dell'Aurora. La principessa Ludovisi: “colpa del sito web”


È andata deserta per la terza volta l’asta per il Casino dell’Aurora, nel disinteresse generale. La principessa Boncompagni Ludovisi dà la colpa al sito web a suo dire scadente su cui è stata gestita la vendita.

A Roma va deserta per la terza volta l’asta per il Casino dell’Aurora, lo splendido edificio secentesco che prende il nome dall’affresco del Guercino e che accoglie l’unica pittura murale nota di Caravaggio. Era già stata proposta a gennaio, con stima 471 milioni (anche se secondo molti non si trattava di una stima corretta) e base fissata a 353 milioni 250mila euro: sia la prima asta che la seconda (quest’ultima con ribasso a 282 milioni e 600mila euro) sono andate deserte. Questa volta l’offerta minima era stata ridotta a 226 milioni di euro, ma anche questa volta nessun acquirente si è presentato.

Adesso il giudice deciderà se sospendere la vendita, o se proporre per la quarta volta il Casino in asta, con ulteriore ribasso. Secondo il Times, la principessa Rita Boncompagni Ludovisi (americana, nata Carpenter), vedova del principe Nicolò Boncompagni Ludovisi, attribuisce la colpa del nuovo fallimento alla decisione della corte di tenere l’asta su di un sito web specializzato in vendite fallimentari, che questa settimana ha proposto, tra i vari oggetti, anche “automobili usate”, si legge sul quotidiano inglese, “l’arredamento di una sala da bowling dismessa in un resort sull’Adriatico, e una piantana da 31 euro. Secondo Rita Carpenter, ci sarebbe stato un potenziale acquirente statunitense, che sarebbe stato però scoraggiato dal sito scadente. ”A New York non faremmo mai una cosa del genere", ha detto al Times. “Io so cosa serve per vendere una proprietà multimilionaria, per esempio trovare offerenti qualificati e gestire la pubblicità. Nessuno sapeva dell’asta, e io sono scioccata”.

Cosa accadrà adesso? Sempre secondo il Times pare che Rita Carpenter stia cercando di fare la pace con i figli del principe (la messa all’asta del Casino dell’Aurora scaturisce da questioni familiari), e che ci siano trattative per riavere l’edificio dal tribunale. Vedremo i prossimi sviluppi.

Ancora deserta l'asta per il Casino dell'Aurora. La principessa Ludovisi: “colpa del sito web”
Ancora deserta l'asta per il Casino dell'Aurora. La principessa Ludovisi: “colpa del sito web”


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


I duecento anni del Prado. Anche il doodle di Google festeggia il bicentenario del museo
I duecento anni del Prado. Anche il doodle di Google festeggia il bicentenario del museo
Brevissime: a Firenze lezioni di storia delle arti a cura della casa editrice Centro Di
Brevissime: a Firenze lezioni di storia delle arti a cura della casa editrice Centro Di
Pompei, scioperano i dipendenti del concessionario per la riduzione dell'orario
Pompei, scioperano i dipendenti del concessionario per la riduzione dell'orario
Assembramenti ai Musei Vaticani, cos'è successo davvero? Un probabile episodio limitato
Assembramenti ai Musei Vaticani, cos'è successo davvero? Un probabile episodio limitato
Egitto, trovati a Luxor trenta sarcofagi di legno: è una delle scoperte più importanti degli ultimi anni
Egitto, trovati a Luxor trenta sarcofagi di legno: è una delle scoperte più importanti degli ultimi anni
Mattarella avvia i lavori della Biblioteca di Storia dell'Arte al Quirinale: “Cultura nostra anima”
Mattarella avvia i lavori della Biblioteca di Storia dell'Arte al Quirinale: “Cultura nostra anima”