L'idea di Franceschini: portare i Giganti di Mont'e Prama in un tour mondiale per promuoverli


Il ministro Dario Franceschini ha lanciato stamani un’idea che farà sicuramente molto discutere: portare i Giganti di Mont’e Prama in un tour mondiale con l’obiettivo di promuovere loro e il museo che li ospita. 

Appena quattro mesi fa, in Sardegna si era scatenato un putiferio solo perché i giganti di Mont’e Prama, le meravigliose statue dell’Età del Ferro scoperte nel 1974-1975, dovevano essere spostati da Cabras a Cagliari per un intervento conservativo: chissà cosa succederà adesso che il ministro della cultura Dario Franceschini ha lanciato l’idea, che sarà sicuramente considerata folle da molti, di inviare i giganti in un tour mondiale, come fossero rockstar, come l’intento di promuoverli.

Sono proprio parole del ministro, intervenuto alla presentazione della mostra Sardegna Isola Megalitica - dai menhir ai nuraghi: storie di pietra nel cuore del Mediterraneo, che verrà inaugurata il 1° luglio al Museo Nazionale di Preistoria e Protostoria di Berlino e si sposterà in quattro tappe tra il Museo Ermitage di San Pietroburgo, il Museo Archeologico Nazionale di Salonicco e il Museo Archeologico Nazionale di Napoli. La data del 1° luglio coinciderà anche con la nascita della fondazione, costituita da Regione Sardegna e Ministero della Cultura, per la gestione dei Giganti. “Si potrebbe ragionare”, ha dichiarato il ministro, “nell’attesa dei lavori di creazione del museo di Cabras, su un percorso internazionale dei Giganti, naturalmente con tutte le garanzie di tutela e sicurezza, in modo che l’apertura della sede definitiva possa rappresentare un grande evento internazionale. La Sardegna ha un patrimonio naturale e paesaggistico incredibile a cui si può affiancare un infinito patrimonio culturale, archeologico, artistico che non è stato conosciuto e valorizzato dal Paese negli anni passati. E questa mostra farà conoscere in tutto il mondo lo straordinario patrimonio culturale sardo”.

I primi commenti sui social sono ovviamente del tutto contrari alla proposta di Franceschini: c’è chi propone semmai di inviare riproduzioni, ma di tenere gli originali in Sardegna. Una pratica, quella delle mostre itineranti di riproduzioni, che non è certo una novità, che funziona, e che per finalità di “marketing” potrebbe anche essere più idonea allo scopo (chi andrà a vedere gli originali in Sardegna se li avrà già visti, per esempio, negli Stati Uniti o in Giappone?).

Nella foto: i Giganti di Mont’e Prama

L'idea di Franceschini: portare i Giganti di Mont'e Prama in un tour mondiale per promuoverli
L'idea di Franceschini: portare i Giganti di Mont'e Prama in un tour mondiale per promuoverli


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma