Un videogioco zombie per rivalutare un territorio e far conoscere la bellezza di una città, Carrara


Giunge al terzo episodio il videogioco ’Game Over Carrara’, un’apocalisse zombie per far conoscere le bellezze della città.

Immaginate una città del nord Italia devastata da un’apocalisse zombie, e un abitante che si risveglia legato a una sedia, senza ricordare niente di ciò che è successo: comincia così Game Over Carrara, fortunato videogioco punta e clicca ambientato a Carrara, con protagonisti i veri abitanti della città, e ideato con l’obiettivo di rivalutare il territorio. Un’avventura grafica nata per sottolineare la situazione di degrado di una città bellissima e dalle antiche origini, famosa in tutto il mondo per il suo marmo bianco, e per porre dunque l’accento sull’urgenza di rilanciare una città che ha molto da offrire.

Il videogioco, dopo più di ventimila download (il 65% dei quali negli Stati Uniti) dei primi due episodi, giunge adesso alla terza puntata, sbarcando nel sito di crowdfunding Kickstarter dove si trova da mercoledì 18 dicembre con l’obiettivo di ottenere 5mila euro per finanziare il terzo episodio (e di 30mila per tutta la stagione). Carrara Game Over è stato interamente sviluppato da una sola persona, Elvis Morelli, che ha avuto l’idea di “rivalutare la città di Carrara, la sua bellezza e la sua storia”, come lui stesso ci ha dichiarato, “in una chiave videoludica apocalittica, proprio come contraddizione alla bellezza di una città che, come molti borghi italiani ricchi di storia, sta diventando sempre più deserta”. Così, il gioco ci porta in una Carrara spettrale, da percorrere attraverso domande, enigmi e una narrazione articolata: e, come ci dice ancora Elvis Morelli, “anche in uno scenario post-apocalittico, Carrara rimane stupenda”. Il videogioco, infatti, porta gli utenti alla scoperta delle meraviglie della città: il Duomo romanico-gotico, l’ottocentesco Teatro Politeama, la rinascimentale piazza Alberica e molti altri luoghi.

Al momento sono disponibili per Android e per PC e Mac i primi due episodi e la demo della versione natalizia, scaricabili gratuitamente grazie agli oltre quaranta sponsor che sono finiti al centro della narrazione del videogioco, che coinvolge oltre settanta personaggi e, come detto, moltissimi luoghi di Carrara. Adesso si rende però necessario, fa sapere l’autore, un piccolo contributo dei fan di Game Over Carrara su Kickstarter, al fine di raggiungere tutti gli obiettivi possibili. A seconda del contributo c’è una ricompensa: dal gioco stesso (5€ a metà prezzo in esclusiva per la campagna), fino a diventare protagonisti di Game Over Carrara o, addirittura, progettare un capitolo insieme a Elvis Morelli. Per supportare il progetto e saperne di più, è sufficiente recarsi sull’apposita pagina Kickstarter cliccando su questo link.

Game Over Carrara è un progetto tutto italiano e fa parte di IVIPro Italian videogame program. Di seguito, alcuni screenshot di Game Over Carrara.

Game Over Carrara



Game Over Carrara



Game Over Carrara



Game Over Carrara



Game Over Carrara



Game Over Carrara



Game Over Carrara

Un videogioco zombie per rivalutare un territorio e far conoscere la bellezza di una città, Carrara
Un videogioco zombie per rivalutare un territorio e far conoscere la bellezza di una città, Carrara


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER