Sta per aprire a Gorizia la prima arena permanente per show multimediali. Il primo su Van Gogh


A Gorizia aprirà, a emergenza finita, l’arena EmotionHall, la prima permanente per mostre e show multimediali in Italia. Esordirà con un’esperienza immersiva su Van Gogh.

È in corso di preparazione lo show multimediale Van Gogh Immersive Art Experience. Il Sogno, che inaugurerà EmotionHall nuova “arena” immersiva permanente situata a Villesse (Gorizia) presso il centro commerciale Meeting Place Tiare Shopping: la mostra e lo spazio EmotionHall apriranno appena sarà possibile (la speranza degli organizzatori è quella di aprirla per gennaio 2021). L’arena immersiva EmotionHall è peraltro la prima appositamente realizzata in Italia per ospitare eventi multimediali e sarà dedicata alla cultura e all’intrattenimento.

Il progetto è stato presentato in anteprima con un video su Facebook, in cui sono intervenuti Giuliana Boiano (Direttore Meeting Place Tiare Shopping), Stefano Fake di “The Fake Factory” (curatore della mostra immersiva su van Gogh), Nicola Bustreo (Direttore Artistico di EmotionHall), Federico Cautero (CEO e Direttore creativo di 4DODO, realtà che si è occupata della progettazione e installazione dell’hardware e del software del sofisticato sistema multimediale audio-video immersivo).

La mostra multimediale Van Gogh Immersive Art Experience. Il Sogno, è stata ideata, come anticipato, da Stefano Fake, artista contemporaneo e video maker italiano, e da Nicola Bustreo, curatore e direttore Artistico di EmotionHall: era già “allestita” e pronta per essere visitata sabato 7 novembre, ma le progressive normative nazionali e regionali introdotte a partire da ottobre per arginare la diffusione del Covid19 hanno costretto gli organizzatori a rimandarla. Si tratta di un viaggio multimediale e interattivo di circa 50 minuti tra 75 delle principali opere di Vincent van Gogh che prendono vita intorno al visitatore realizzando attraverso la tecnologia quello che il pittore olandese voleva fare nella sua arte attraverso l’uso del colore: allontanarsi dalla resa naturalistica della pittura per andare oltre l’immagine stessa e rimandare a significati più profondi, più intensamente esistenziali.

EmotionHall è invece un’arena immersiva permanente di quasi 2.000 metri quadri, in cui reale e virtuale si incontrano per offrire al pubblico esperienze che promettono di essere molto coinvolgenti, grazie alle tecnologie audio e video e a spazi “contenitore” allestibili e riconfigurabili per mostre, eventi musicali, corsi e stage di danza e recitazione, eventi enogastronomici.

“La fruizione dal vivo di una mostra immersiva”, dice Giuliana Boiano, “resta insostituibile, in quanto intrinsecamente legata alle avanzate tecnologie che permettono di animare a 360° le opere dell’artista cui il progetto è dedicato e di dare vita a una particolare relazione emozionale con il visitatore, impossibile da ricreare allo stesso modo a casa. Non vediamo l’ora di poter finalmente spalancare le porte di questo nostro nuovo mondo e modo di vivere l’arte, che crediamo saprà emozionare il pubblico, forse con ancora più forza, data questa prolungata attesa. Ci auguriamo di poter annunciare quanto prima date e orari di apertura”.

Intanto, EmotionHall ha pensato di fare in modo che il biglietto di Van Gogh Immersive Art Experience. Il Sogno possa essere scelto come idea regalo originale: presso l’Infopoint di Tiare Shopping, è possibile acquistare una gift card dedicata alla mostra da utilizzare successivamente, quando si potranno confermare date e orari di apertura (ai sensi delle future normative nazionali e regionali), per comprare i biglietti della mostra sempre presso l’Infopoint.

Sta per aprire a Gorizia la prima arena permanente per show multimediali. Il primo su Van Gogh
Sta per aprire a Gorizia la prima arena permanente per show multimediali. Il primo su Van Gogh


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma