Gli Imagine Dragons in visita agli Uffizi, per loro anche un selfie con Eike Schmidt


Gli Imagine Dragons visitano gli Uffizi a margine del loro concerto a Firenze. Per loro anche un selfie con il direttore Eike Schmidt.

Gli Imagine Dragons, il celebre gruppo elettropop di Las Vegas formatosi nel 2008 e giunto alla ribalta mondiale da qualche anno, hanno compiuto una visita agli Uffizi a margine del loro concerto alla Visarno Arena di Firenze di domenica sera (unica tappa europea del loro tour), dove si sono esibiti di fronte a 55mila spettatori. Alla visita al museo erano presenti Wayne Sermon (chitarra), Ben Mc Kee (basso), Daniel Platzmann (batteria), assente invece il cantante Dan Reynolds.

I musicisti, in compagnia di alcuni familiari e delle rispettive fidanzate, hanno così ammirato con la guida del direttore degli Uffizi, Eike D. Schmidt, le opere del museo, ammirando in particolare i principali capolavori: il doppio ritratto dei duchi di Urbino di Piero della Francesca, la Primavera e la Venere del Botticelli e le sale di Leonardo e di Michelangelo. Gli Imagine Dragons hanno condotto la loro visita in orario d’apertura e hanno dunque dovuto “dribblare” le richieste di foto e selfie di tanti fan, soprattutto tra i visitatori più giovani, che li hanno riconosciuti.

La visita in Galleria è partita in San Pier Scheraggio, dal ciclo degli uomini illustri di Andrea del Castagno, e poi è continuata nella Galleria dove è durata circa un’ora. Infine la band ha deciso di raddoppiare il tour culturale nel complesso degli Uffizi, trascorrendo il resto del pomeriggio a passeggio nel Giardino di Boboli. Non prima però di scattare un selfie con Schmidt... !

Nella foto, gli Imagine Dragons insieme ad Eike Schmidt

Gli Imagine Dragons in visita agli Uffizi, per loro anche un selfie con Eike Schmidt
Gli Imagine Dragons in visita agli Uffizi, per loro anche un selfie con Eike Schmidt


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma