Ischia, la street art denuncia l'inquinamento dei mari


Il centro urbano di Ischia è invaso dalla Poster Art di #SeaToLove Edition Street Art File Print: street art per denunciare l’inquinamento dei mari. 

Fino al 15 luglio 2020 il centro urbano di Ischia è invaso dalla Poster Art di #SeaToLove Edition Street Art File Print, il progetto d’arte urbana attraverso cui si intende denunciare l’inquinamento dei mari

Nei sei comuni dell’isola, ovvero Casamicciola, Lacco Ameno, Serrara Fontana, Barano, Forio e Ischia Porto, le opere di poster art di sei artisti (Qwerty, Haterisk, Antonino Perrotta in arte Attorep, Annalisa Grassano, Samuele Vesuvio e Larva) sono state diffuse negli spazi urbani. 

Promosso da Ischia Street Art Gallery con il sostegno dell’Area Marina Protetta Regno di Nettuno, che si batte da anni per la tutela e la valorizzazione del mare isolano, Street Art File Print #SeaToLove intende denunciare l’inquinamento marino e l’abuso di sostanze contaminanti, che riempiono di rifiuti tossici i nostri mari, attraverso l’affissione di poster artistici che affrontano temi legati alla salvaguardia dell’ambiente.

Inoltre, all’interno di Ischia Street Art Gallery, è visitabile e accessibile a tutti negli orari di apertura della galleria un percorso espositivo di poster art che riunisce tutti i progetti inviati dagli artisti che hanno aderito all’iniziativa.

Qwerty ha realizzato Keep your soul che intende significare che il mondo cambia quando cambiano i codici; “Annego in questo mare plastico e artificiale. Lasciatemi volare” è il messaggio che dà Haterisk. Poseidon di Antonino Perrotta raffigura Poseidone che protegge il suo regno invaso dai rifiuti e i pesci dissolvendosi si rifugiano nei suoi occhi. Are you innocent? è l’opera di Annalisa Grassano: la sirena, entrando a far parte del mondo degli uomini, non si evolve ma perisce e l’incontro con l’uomo le è fatale. Gli inquinatori sono ovunque è la denuncia di Samuele Vesuvio con la sua opera Che tte Pòsseidon e i pisciatori di veleno. Larva ha rappresentato una foca che soffoca urlando I can’t breathe; Teisa, con Avvelenamento e trasformazione, intende sottolineare la trasformazione umana causata dall’avvelenamento da rifiuti tossici nella Terra dei Fuochi (il volto che si scioglie, con fumi vomitati dalla bocca). Contaminazione è il risultato della collaborazione artistico-poetica di raPoetry e Er Buio che s’interrogano sul futuro della natura invasa da rifiuti tossici e radioattivi. 

Ischia, la street art denuncia l'inquinamento dei mari
Ischia, la street art denuncia l'inquinamento dei mari


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma