Le librerie rimarranno aperte anche nelle zone rosse: il libro è bene essenziale


Da domani dieci regioni più la provincia di Trento entrano in zona rossa, ma le librerie rimangono normalmente aperte: il libro è un bene essenziale. L'invito è dunque a recarsi in libreria e comprare un libro.

Una magra consolazione per tutti gli italiani che abitano nelle regioni che, da lunedì, entreranno nella zona rossa (Campania, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Veneto, Trentino), il che significa, nella pratica, lockdown pressoché simile a quello di un marzo 2020: è passato un anno dallo scoppio della pandemia di Covid-19 ma poco è cambiato nella risposta italiana al virus. Tra i pochi cambiamenti c’è però l’apertura delle librerie: i negozi che vendono libri potranno infatti rimanere aperti, comprese le librerie che operano nei centri commerciali. I clienti potranno dunque raggiungere la libreria più vicina con autocertificazione, esattamente come avviene quando si va a fare la spesa o, in generale, si esce per motivi di comprovata necessità. Il libro è infatti riconosciuto come bene essenziale.

“Vista la confusione tra imprese, cittadini e media”, ricorda ALI - Associazione Librai Italiani, una delle principali associazioni di categoria, “anche in zona rossa le librerie, comprese quelle nei centri commerciali, possono restare aperte. I clienti possono quindi raggiungere quella loro più vicina con autocertificazione, al pari di tutte le altre attività indicate come essenziali”. Per i librai, l’apertura è facoltativa e deve avvenire, ovviamente, nel rispetto delle misure di sicurezza anti-Covid: distanziamento fisico, uso delle mascherine, sanificazione delle mani con gel disinfettante. Le librerie possono inoltre continuare le consegne a domicilio.

“Questo grazie a quella scelta che ALI - Confcommercio ha da sempre sostenuto con grande determinazione”, dichiara Paolo Ambrosini, presidente ALI, “e che ha fatto dell’Italia un esempio a livello europeo, quindi care lettrici e cari lettori, in questi giorni che ancora ci sono richiesti di sacrificio venite nelle nostre librerie, venite a scegliervi un buon libro, perché un buon libro è un ottimo compagno di viaggio anche nei momenti più difficili”.

Nella foto: una libreria. Ph. Credit Associazione Librai Italiani

Le librerie rimarranno aperte anche nelle zone rosse: il libro è bene essenziale
Le librerie rimarranno aperte anche nelle zone rosse: il libro è bene essenziale


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma