Marchio del patrimonio europeo a dieci nuovi siti. C'è anche Ostia antica


La Commissione europea ha conferito il marchio del patrimonio europeo a dieci nuovi siti d’Europa. Tra questi, l’area archeologica di Ostia antica.

Dieci siti dell’Unione europea hanno ottenuto dalla Commissione europea il marchio del patrimonio europeo: un importante riconoscimento conferito ai siti che celebrano e simboleggiano gli ideali, i valori, la storia e l’integrazione europei. 

Il marchio del patrimonio europeo non è da confondere con il patrimonio mondiale Unesco, poiché i siti del patrimonio europeo creano un discorso narrativo europeo, promuovono la loro dimensione europea e ne garantiscono l’accessibilità e, infine, possono essere visitati individualmente o come parte di un circuito facendo esperienza di ciò che l’Europa può offrire. 

I dieci nuovi siti a cui è stato conferito oggi il marchio di patrimonio europeo sono: l’area archeologica di Ostia Antica (Italia), il patrimonio culturale sottomarino delle Azzorre (Portogallo), il patrimonio immateriale di Sant’Andrea (Ungheria), le Koloniën van Weldadigheid (Belgio e Paesi Bassi), il castello di Kynzvart - sede di riunioni diplomatiche, Lázne Kynzvart (Repubblica ceca), lo “Zdravljica”, ovvero il messaggio della primavera delle nazioni europea, Lubiana (Slovenia), il sito commemorativo Lambinowice (Polonia), i Werkbund Estates in Europa (Germania, Polonia, Repubblica ceca, Austria), il luogo della memoria di Chambon-sur-Lignon (Francia), e i “Tre fratelli”, Riga (Lettonia).

 La Commissaria per l’Innovazione, la ricerca, la cultura, l’istruzione e i giovani, Mariya Gabriel, ha dichiarato: “Le mie più sentite congratulazioni ai dieci nuovi siti che sono stati insigniti del marchio del patrimonio europeo. Essi offrono a tutti i cittadini europei grandi opportunità di avvicinarsi al patrimonio culturale e di rafforzare il loro senso di appartenenza all’Unione europea”.

I siti sono stati scelti da una giuria di esperti indipendenti da tutta Europa tra i candidati preselezionati dagli Stati membri partecipanti. Con i dieci nuovi siti, il numero totale dei siti detentori del marchio giunge oggi a 48. 

Marchio del patrimonio europeo a dieci nuovi siti. C'è anche Ostia antica
Marchio del patrimonio europeo a dieci nuovi siti. C'è anche Ostia antica


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma