Per il suo decennale il MAXXI si regala una nuova sede a L'Aquila


Il MAXXI di Roma compie dieci anni e festeggia con una sede distaccata dedicata all’arte contemporanea a L’Aquila.

Il MAXXI - Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo di Roma festeggia il suo decennale di apertura e il 21 giugno 2020 aprirà la sua nuova sede a L’Aquila

Sarà Palazzo Ardinghelli ad accogliere il MAXXI L’Aquila, un laboratorio dedicato alla produzione artistica e culturale aperto al territorio; uno spazio aperto dove le collezioni d’arte, architettura e fotografia si uniranno a mostre temporanee, approfondimenti e progetti educativi. 

Durante la presentazione dei risultati ottenuti dal MAXXI, guidato dalla presidente della Fondazione Giovanna Melandri, il ministro del MiBACT Dario Franceschini ha sottolineato che il MAXXI sarà "una sede distaccata del Maxxi, in un luogo molto simbolico, un palazzo ristrutturato recentemente. E’ una bella iniziativa che rafforzerà il Maxxi e la presenza dell’arte contemporanea“. E ha aggiunto: ”L’Aquila è stata scelta perché ha bisogno del sostegno del governo italiano, c’è una storia di riscatto che va costruita. Continueremo a sostenere il Maxxi, abbiamo già aumentato le risorse per acquisti della collezione permanente e lo sosterremo anche nelle attività". 

La presidente Melandri ha dichiarato che si è deciso di destinare Palazzo Ardinghelli all’arte contemporanea per “rigenerare un tessuto e un territorio che sicuramente hanno sofferto e che possono invece ripartire grazie alla collaborazione tra arte, scienza e università”. 

Aprire la sede distaccata del MAXXI a L’aquila è una grandissima sfida, come sottolineato dal primo cittadino Pierluigi Biondi, poiché si sta ancora lavorando alla ricostruzione pubblica e privata della città, ma ha annunciato che a marzo L’Aquila presenterà al ministero un dossier per concorrere alla nomina di Capitale Italiana della Cultura 2021.

A seguito dell’augurio da parte di Giovanna Melandri di una continuità nel sostegno delle istituzioni, il ministro Franceschini ha proseguito affermando: “Continueremo a supportare l’azione del Maxxi, un museo che ha dimostrato come si possano coniugare la collezione alle mostre, e che sta facendo investimenti sui giovani e sui grandi maestri. Abbiamo aumentato le risorse per gli acquisti della collezione, nel 2020, nel 2021 e nel 2022 le risorse aumenteranno in modo consistente”. 

Fonte: Adnkronos

Ph.Credit MAXXI di Roma

Per il suo decennale il MAXXI si regala una nuova sede a L'Aquila
Per il suo decennale il MAXXI si regala una nuova sede a L'Aquila


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER