Scompare a Milano lo scultore Mauro Staccioli


A Milano scompare Mauro Staccioli, scultore nato a Volterra nel 1937. È noto soprattutto per l’anello di San Martino, opera-simbolo di Volterra.

Il nuovo anno è iniziato con un lutto nel mondo dell’arte: nella notte tra il 31 Dicembre 2017 e il 1° Gennaio 2018 è morto lo scultore Mauro Staccioli nella sua casa a Milano. La notizia proviene dalla famiglia e dall’Associazione Mauro Staccioli di cui la figlia Giulia è presidente.

Nato a Volterra l’11 Febbraio 1937, quindi avrebbe compiuto 81 anni il mese prossimo, Staccioli si diplomò all’Istituto Statale d’Arte di Volterra nel 1954 (ebanisteria) e, dopo aver insegnato a Cagliari e Lodi, approdò nel 1968 a Milano, prima presso il Liceo Scientifico Albert Einstein e poi presso il Liceo Artistico di Brera, del quale diventerà direttore a metà degli anni settanta.
È stato anche membro associato dell’Académie Royale des sciences, des lettres et des beaux-arts de Belgique e Accademico Nazionale dell’Accademia di San Luca.

La sua opera più nota è l’anello di San Martino, un’installazione che è divenuta simbolo della città di Volterra.
Il funerale si terrà a Volterra con rito civile in forma pubblica domani, 3 Gennaio, dopo che la salma sarà esposta nella Sala del Maggior Consiglio del Palazzo dei Priori dalle ore 13.00 alle ore 15.00.

Nell’immagine: Mauro Staccioli, Roma 2010 (2010). Ph. Credit

Scompare a Milano lo scultore Mauro Staccioli
Scompare a Milano lo scultore Mauro Staccioli


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER