Artissima 2020 non sarà all'Oval: sarà online e dentro ai musei torinesi


L’Oval rimarrà chiuso in occasione di Artissima 2020. La fiera d’arte torinese propone un programma fisico nei musei e progetti digitali. 

La ventisettesima edizione di Artissima, prevista dal 5 all’8 novembre 2020 non si terrà all’Oval. Ad annunciarlo la direttrice Ilaria Bonacossa, con queste parole: 

"Nelle nostre ultime comunicazioni avevamo confermato la volontà e la possibilità, nel rispetto delle normative vigenti e con tutte le necessarie precauzioni, di inaugurare dal 5 all’8 novembre la fiera fisica, presso l’Oval Lingotto Fiere, con la partecipazione di 125 gallerie italiane e internazionali.
La situazione sanitaria italiana ed europea, da noi costantemente monitorata al fine di garantire un evento in totale sicurezza, continua tuttavia a registrare sviluppi negativi che ci hanno portato a rivalutare attentamente le modalità e le tempistiche dell’edizione 2020 della fiera. In un contesto di incertezza globale, i repentini mutamenti di scenario e la conseguente insicurezza che governa le decisioni dei singoli ci costringono dunque oggi a non procedere all’organizzazione di Artissima nel formato canonico e ad immaginare invece, con la consueta determinazione e volontà, nuove modalità per presentare fisicamente l’arte a Torino".

La direttrice ha comunicato così alle sue gallerie e ai suoi partner la decisione di non aprire le porte dell’Oval per la 27° edizione di Artissima, ma di proseguire nell’organizzazione di un programma fisico, realizzato con Fondazione Torino Musei, e di progetti digitali, da inaugurare nelle stesse date affinché la fiera 2020 continui a rappresentare per la città e gli interlocutori internazionali un’occasione per conoscere, ammirare e approfondire l’arte contemporanea.

 Durante i mesi di preparazione dell’evento, Artissima ha lavorato alla logistica di accesso e di fruizione del padiglione fieristico, nonché a un rinnovato allestimento, implementando tutte le misure necessarie per garantire a operatori e visitatori la piena sicurezza nel rispetto delle normative anti-covid vigenti. La decisione di rinunciare a organizzare l’evento nella forma consueta è stata presa dopo un’attenta analisi degli ultimi sviluppi della situazione sanitaria in Europa e delle inevitabili conseguenze sugli spostamenti internazionali.

Le incertezze dell’attuale scenario, che non esclude l’imminente introduzione di ulteriori limitazioni alla mobilità e alle capienze consentite per gli eventi, non permettono ad una grande manifestazione come Artissima di garantire il successo che è solita offrire ai suoi interlocutori.

Novembre rappresenterà come sempre l’occasione per lanciare progetti sperimentali e innovativi cui la fiera ha abituato collezionisti e appassionati nel corso delle sue ultime edizioni. Il catalogo digitale di Artissima, strutturato nel 2017 e continuamente aggiornato nella fruibilità, sarà affiancato dal lancio di una nuova piattaforma cross-mediale – ARTISSIMA XYZ – che accoglierà dal 3 novembre al 9 dicembre 2020 le tre sezioni curate della fiera Present Future, Back to the Future e Disegni.

Immagine: Artissima 2019. Ph. Credit Perottino – Piva – Bottallo / Artissima

 

Artissima 2020 non sarà all'Oval: sarà online e dentro ai musei torinesi
Artissima 2020 non sarà all'Oval: sarà online e dentro ai musei torinesi


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER