Per la mostra su Boldini e la moda a Ferrara grande successo e conti in positivo


Per la mostra 'Boldini e la moda' che si è tenuta a Ferrara, Palazzo dei Diamanti, grande successo di pubblico e conti in positivo. Tutti i numeri della rassegna ferrarese.

La mostra Boldini e la moda, l’esposizione che si è tenuta fino allo scorso 2 giugno a Ferrara, a Palazzo dei Diamanti (qui la nostra recensione), chiude i battenti con successo di pubblico e conti in positivo. Sono stati 84.673 i visitatori che si sono recati a visitare la rassegna nei suoi 107 giorni di apertura (media giornaliera di 791 biglietti staccati). Di questi, 22.537 sono stati venduti in prevendita (14.771 al telefono tramite addetti alle prenotazioni): del servizio di prevendita hanno usufruito 13.830 visitatori organizzati in gruppi, di cui 8.608 adulti e 5.222 studenti. I singoli hanno acquistato in prevendita 8.707 biglietti, dei quali 7.766 online e 941 al telefono. La prevendita è stata effettuata attraverso i canali Vivaticket e Musement. Altro dato significativo sui biglietti è quello della collaborazione con la Pinacoteca Nazionale di Ferrara, con la quale è stato attivato un biglietto integrato: per la mostra su Boldini ne sono stati staccati 2.323. Le visite guidate organizzate per gruppi prenotate tramite l’Ufficio Informazioni e prenotazioni di Palazzo dei Diamanti sono state 283, per un totale di quasi 6.000 persone interessate, tra gruppi scolastici e di adulti.

Da Palazzo dei Diamanti fanno poi sapere che alta è stato il gradimento del pubblico. Sono state condotte interviste a un campione di 3.583 visitatori (il 4,23% del pubblico totale). I giudizi positivi (99,11%) sono stati superiori a quelli delle mostre che finora avevano fatto siglare i più alti tassi di gradimento, ovvero quella su Courbet (98,54%) e quella sull’Orlando furioso (98,78%). Il pubblico è per la maggior parte locale: il 53,98% dei visitatori arriva dall’Emilia Romagna, seguita dal Veneto (16,08%) e dalla Lombardia (7,79%). Gli stranieri costituiscono il 3,21% del campione, con preponderanza di visitatori francesi e svizzeri. La città da cui proviene il maggior numero di visitatori è Ferrara (20,46%) seguita da Bologna (16,77%), Ravenna (4,69%), Modena (4,30%) e Padova (4,55%). Milano e Roma si attestano entrambe sul 2,62%. Il pubblico ha saputo della mostra soprattutto grazie alla pubblicità su quotidiani e riviste (17,78%), canale seguito da siti web (15,6%), segnalazioni di conoscenti (15,13%), newsletter di Palazzo dei Diamanti (11,36%), manifesti e locandine (10,35%), articoli e recensioni su quotidiani e riviste (10,10%). È in crescita il pubblico che si reca per la prima volta a Palazzo dei Diamanti: “battesimo” per il 26,26% dei visitatori (+5% rispetto alla mostra precedente). Il pubblico della mostra ha poi visitato gli altri musei della città (il 60,06% del campione si è recato in visita ad altri istituti, e inoltre il 36,53% di chi non li ha mai visitati ha manifestato l’intenzione di farlo). Dei visitatori, il 79,73% si è recato a Ferrara appositamente per la mostra (e il 18,89% di questi ultimi ha pernottato in città o in provincia per una o più notti, soprattutto in hotel, struttura che attira il 61,76% dei visitatori che provengono da fuori: a seguire i bed and breakfast con il 24,06%, le case private con il 9,63%, i camper con il 2,94% e gli agriturismi con l’1,34%).

Particolarmente apprezzate e partecipate, comunica ancora Palazzo dei Diamanti, sono state anche le proposte didattiche e culturali, destinate non solo agli studenti, ma anche alle famiglie, agli insegnanti, agli operatori del settore e agli appassionati, e realizzate con il sostegno di Eni, grazie al coinvolgimento di associazioni e istituzioni cittadine che hanno lavorato assieme allo staff scientifico e organizzativo della fondazione Ferrara Arte e delle Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea. Notevole interesse per la conferenza di presentazione della mostra agli insegnanti (245 presenze), gli incontri di aggiornamento per le guide di Ferrara, dell’Emilia-Romagna e del Veneto (203 partecipanti), le conferenze del ciclo Essere e apparire dedicato ad alcuni dei protagonisti dell’universo raccontato dalla rassegna, che hanno visto la partecipazione di 519 spettatori, gli interventi di presentazione della rassegna tenuti dai curatori presso in diverse città, quali Bologna, Modena, Padova, Ravenna, Mantova e Rovigo (548 presenze in totale) e il concerto organizzato in occasione della mostra da Progetto Lauter e Ferrara Musica (850 presenze), per un totale di 2.365 presenze.

Ferrara Arte si è poi fatta promotrice dell’iniziativa Boldini and the City che, coinvolgendo diverse realtà economiche, turistiche e culturali della città, ha voluto integrare la mostra nel tessuto creativo e produttivo cittadino. Al progetto hanno aderito Ascom, CNA, Confesercenti ed il Consorzio Visit Ferrara, con la partnership tecnologica e digitale di Elenos e 22HBG. Le iniziative proposte sono andate dallo sconto reciproco tra mostra ed esercizi commerciali, alla realizzazione di manufatti ispirati a Boldini da parte di laboratori artistici, creativi e del settore moda, fino alla installazione di apparecchi digitali vocali alle strutture ricettive, originando, in sinergia con il consorzio turistico locale, una modalità di promozione e informazione all’avanguardia che rappresenta una nuova frontiera del marketing territoriale. Al progetto hanno aderito in tutto 68 realtà economiche, turistiche e culturali. Per la promozione dell’iniziativa, presso la biglietteria della mostra, sono state distribuite più di 21.000 mappe informative (in media 1 ogni 4 visitatori), che riportavano tutti gli esercizi commerciali e le strutture che hanno aderito al progetto.

Infine, i dati sull’andamento economico della mostra. Per realizzarla sono stati spesi 1.292.654,57 euro. Le entrate nette della mostra sono state di 1.290.505,31 euro, e a queste occorre aggiungere i 170.000 euro raccolti con le sponsorizzazioni e il contributo di 100.000 euro della Regione Emilia Romagna. Quanto al catalogo, ne sono state vendute 4.983 copie, in media una ogni 18 visitatori. La guida della mostra ha segnato 6.626 vendite (una ogni 11 visitatori).

Nella foto: una sala della mostra

Per la mostra su Boldini e la moda a Ferrara grande successo e conti in positivo
Per la mostra su Boldini e la moda a Ferrara grande successo e conti in positivo


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma