Venezia, nella primavera 2022 le Procuratie Vecchie apriranno al pubblico per la prima volta nella storia


Nella primavera 2022 apriranno per la prima volta nella storia le Procuratie Vecchie in Piazza San Marco a Venezia, dopo un lungo restauro commissionato allo studio David Chipperfield Architects di Milano dalle assicurazioni Generali.

Per la prima volta dopo cinquecento anni, le Procuratie Vecchie in Piazza San Marco a Venezia apriranno al pubblico nella primavera del 2022, dopo un lungo restauro commissionato allo studio David Chipperfield Architects di Milano dalle assicurazioni Generali (a cui appartiene gran parte delle Procuratie Vecchie) nel 2017. Ad annunciarlo sono le stesse Generali: entro la fine dell’anno infatti saranno conclusi i lavori di restauro, consentendo così l’apertura delle Procuratie Vecchie per la prima volta nella storia

Il progetto non è stato definito da un singolo concetto o gesto architettonico, ma attraverso una serie di interventi che affrontano la complessità dell’opera. Questi includono il restauro del primo e del secondo piano, la riorganizzazione dell’accessibilità e della fruibilità dell’edificio attraverso l’inserimento di nuove scale e il rinnovato ingresso centrale al terzo piano.

L’intervento promosso da Generali valorizzerà il terzo piano con aree espositive aperte al pubblico e legate alla fondazione The Human Safety Net, spazi di lavoro e un auditorium. Lo storico edificio, che si sviluppa lungo il lato settentrionale della piazza, diventerà un nuovo grande polo d’attrazione e di attività, anche con finalità sociale. Diventerà infatti la sede di The Human Safety Net, il movimento globale di ONG, volontari e partner che lavora con persone che vivono in condizioni di vulnerabilità affinché possano trasformare la vita delle loro famiglie e comunità.

Preparandosi al conto alla rovescia per l’inaugurazione, è stato esposto negli spazi dello Human Garden, all’interno dei Giardini Reali, a loro volta riaperti al pubblico nel 2019 dopo un restauro di cinque anni realizzato dalla Venice Gardens Foundation in collaborazione con Generali, un modello in scala di una porzione dell’edificio che mostra alcuni degli interventi compiuti. Il modello in legno si apre in sei parti mostrando la facciata dell’edificio e consentendo ai visitatori di poter comprendere quali interventi sono stati effettuati nei vari spazi. Inoltre, fotografie inedite documentano la rispettosa trasformazione dell’edificio: queste sono state rese pubbliche per al fine di mostrare l’entità dei lavori e le sfide poste dalla necessità di preservare la storia dell’edificio, rendendolo allo stesso tempo adatto a un uso moderno e sostenibile per i prossimi cinquecento anni.

“Come parte del nostro impegno per la sostenibilità e a coronamento delle celebrazioni per il 190° anniversario di Generali” ha sottolineato il Group CEO di Generali, Philippe Donnet, "vogliamo dare nuova vita e un nuovo scopo alle Procuratie Vecchie di Venezia. Come sede di The Human Safety Net, questo emblematico edificio diventerà uno spazio per lo scambio di idee per superare le principali sfide sociali del mondo di oggi, e ispirerà i visitatori ad agire per liberare il potenziale delle persone che vivono in condizioni di vulnerabilità. Vorrei ringraziare tutti quelli che ci hanno aiutato a far diventare questo sogno realtà!".

“È stato un grande privilegio lavorare sul progetto delle Procuratie Vecchie” ha affermato David Chipperfield, “non solo per l’importanza dell’architettura dell’edificio e i suoi secoli di storia, ma anche per il suo ruolo nella definizione di uno degli spazi civici più ispirazionali del mondo. Con il nostro progetto stiamo riunificando e adattando attentamente la fabbrica dell’edificio, dando nuova vita alle Procuratie Vecchie e a quello che rappresentano per Venezia: non solo un’attrazione ma uno spazio vibrante di attività in una città viva. La forza di un progetto come questo dipende dalla qualità delle collaborazioni: siamo molto grati al nostro committente, ai consulenti e al nostro team in sede per il significativo impegno profuso nel progetto. Attendiamo con entusiasmo la sua riapertura al pubblico il prossimo anno”. 

Venezia, nella primavera 2022 le Procuratie Vecchie apriranno al pubblico per la prima volta nella storia
Venezia, nella primavera 2022 le Procuratie Vecchie apriranno al pubblico per la prima volta nella storia


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Banksy, ritrovata l'opera rubata al Bataclan nel 2019: era in un casale in Abruzzo
Banksy, ritrovata l'opera rubata al Bataclan nel 2019: era in un casale in Abruzzo
Uffizi, è record: i musei del complesso superano i 4 milioni di visitatori
Uffizi, è record: i musei del complesso superano i 4 milioni di visitatori
Ferrara, via al restauro del Teatro Anatomico della Biblioteca Ariostea
Ferrara, via al restauro del Teatro Anatomico della Biblioteca Ariostea
Scoperto un grande mosaico romano a Poitiers: potrebbe trattarsi di uno dei più antichi resti della città
Scoperto un grande mosaico romano a Poitiers: potrebbe trattarsi di uno dei più antichi resti della città
È di Banksy il murales di San Valentino comparso a Bristol
È di Banksy il murales di San Valentino comparso a Bristol
Zuckerberg cammina in realtà aumentata nel Mausoleo di Augusto grazie a TIM
Zuckerberg cammina in realtà aumentata nel Mausoleo di Augusto grazie a TIM