Roma, riaprirà in primavera il Mausoleo di Augusto. Ecco come verrà sistemata l'area


A Roma riaprirà in primavera il Mausoleo di Augusto, la tomba, costruita a partire dal 28 a.C. all’indomani della vittoriosa battaglia di Azio, edificata per accogliere le spoglie di Augusto, il primo imperatore. Il monumento (87 metri di diametro, 45 di altezza), che nei secoli è stato poi adibito a diversi usi (fu usato anche come fortezza e come teatro), si avvia verso le fasi conclusive del restauro: l’investimento ha superato i 10 milioni di euro, con 6,5 messi a disposizione dalla Fondazione Tim (che al Mausoleo di Augusto ha ambientato l’ormai noto spot televisivo con Riccardo Muti) e 4,275 dal Comune e dal Ministero dei Beni Culturali.

Il progetto di ripristino (sarà prevista anche una passeggiata archeologica) è firmato dall’architetto Francesco Cellini, vincitore nel 2006 del concorso internazionale bandito all’epoca dal Comune di Roma, quando sindaco era Walter Veltroni. Prevede due fasi: una di consolidamento delle strutture e una di valorizzazione, che porterà alla creazione di recuperare un brano di Roma oggi degradato. Da questo punto di vista è prevista anche la realizzazione di una grande scalinata che dal livello del Mausoleo arriverà all’Ara Pacis: tra i due monumenti si creerà un’area unitaria. Il progetto, inoltre, include il ripristino del giardino all’italiana voluto nel XVI secolo dal cardinale Francesco Soderini (Firenze, 1453 - Roma, 1524) e il recupero delle antiche pavimentazioni del I secolo dopo Cristo. Il tutto sarà completato da percorsi espositivi che racconteranno la storia dell’area (saranno realizzati direttamente all’interno del Mausoleo) e da una caffetteria. L’idea è dunque quella di creare una vasta area pedonale che restituisca alla città un’area di grande pregio storico.

“Il Mausoleo”, si legge nella presentazione sul sito ufficiale del Mausoleo stesso, “deve tornare a far parte della vita cittadina”. Dunque, “la piazza e il monumento torneranno ad essere ciò che hanno sempre rappresentato: l’incontro tra passato e presente che fa di Roma una tra le città più belle al mondo”.

Nell’immagine: il progetto di recupero del Mausoleo di Augusto, visuale dall’alto

Roma, riaprirà in primavera il Mausoleo di Augusto. Ecco come verrà sistemata l'area
Roma, riaprirà in primavera il Mausoleo di Augusto. Ecco come verrà sistemata l'area


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


A Palazzo Pitti arrivano nuove panchine: ora ci sono 123 nuove sedute
A Palazzo Pitti arrivano nuove panchine: ora ci sono 123 nuove sedute
Quali canzoni vi ricordano Genova? La città sbarca su Spotify
Quali canzoni vi ricordano Genova? La città sbarca su Spotify
Venezia, un miliardo di euro di danni. Franceschini invita a donare con gli sms per la città al 45500
Venezia, un miliardo di euro di danni. Franceschini invita a donare con gli sms per la città al 45500
Roma, crolla il tetto di San Giuseppe dei Falegnami, la chiesa sul Carcere Mamertino che conserva importante opera di Carlo Maratta
Roma, crolla il tetto di San Giuseppe dei Falegnami, la chiesa sul Carcere Mamertino che conserva importante opera di Carlo Maratta
La Galleria dell'Accademia di Firenze batte i “bagarini” sul terreno del copyright
La Galleria dell'Accademia di Firenze batte i “bagarini” sul terreno del copyright
Addio a Manu Dibango, scompare il leggendario “Papy Groove” dell'afro-jazz
Addio a Manu Dibango, scompare il leggendario “Papy Groove” dell'afro-jazz