Reggia di Colorno, tecnici al lavoro per svuotare i locali dall'acqua


Stamattina le pompe dei tecnici sono al lavoro alla Reggia di Colorno per svuotare i locali dall’acqua. Difficile al momento fare una stima dei danni.

Procedono senza sosta i lavori per svuotare dall’acqua la Reggia di Colorno, che si è allagata ieri a seguito del maltempo che ha colpito il parmense e ha causato l’esondazione del torrente Parma. “Le cantine stamattina sono ancora invase dall’acqua e le pompe sono al lavoro: l’attività prosegue in modo febbrile. Al momento è però ancora presto per fare una stima dei danni”: questo quanto dichiarato in mattinata alla redazione di Finestre sull’Arte da fonti ufficiali. Le cantine della Reggia di Colorno ospitano parte dell’Alma, la scuola internazionale di cucina italiana fondata da Gualtiero Marchesi.

La piena che è stata registrata ieri a Colorno, scrive il sindaco Michela Canova in un comunicato stampa, è la più importante di sempre: il Parma ha raggiunto il livello di 9,49 metri, poi attestatosi alle 18 di ieri sugli 8,75 metri e ulteriormente calato in nottata. A Colorno è stato aperto un punto d’ascolto in piazza, di fronte al municipio, ed è cominciata stamani la pulizia delle zone interessate dall’acqua e dal fango.

Il governatore dell’Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, ha effettuato un sopralluogo di prima mattina, verso le sei e mezza, assieme all’assessore alla protezione civile, Paola Gazzolo: il governatore ha fatto sapere che la Regione chiedera al governo lo stato di emergenza. Finestre sull’Arte garantirà ulteriori aggiornamenti quando la situazione sarà più chiara.

Foto: la Reggia di Colorno allagata (da Instagram - @gerlaornata)

Reggia di Colorno, tecnici al lavoro per svuotare i locali dall'acqua
Reggia di Colorno, tecnici al lavoro per svuotare i locali dall'acqua


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER