Riapre dopo oltre vent'anni il Teatro Antico degli Scavi di Ercolano


Dopo oltre vent’anni, riapre in via sperimentale il Teatro Antico degli Scavi di Ercolano: i visitatori attraverseranno il percorso sotterraneo.

Dopo circa vent’anni dalla chiusura al pubblico, dal 16 giugno 2018, verrà riaperto in via sperimentale il Teatro Antico degli Scavi di Ercolano.

Questo fu il primo monumento scoperto nei siti vesuviani, suscitando grande interesse da parte dei viaggiatori.

I visitatori scenderanno a oltre 20 metri sotto il materiale eruttivo ed esploreranno il sito, dove vedranno, oltre ai resti dell’antico edificio, reperti, graffiti e affreschi.

Emozionante sarà percorrere il reticolo di pozzi borbonici, visitare il fronte scena tramite la grandiosa galleria e ammirare in uno dei più antichi cunicoli l’impronta della testa-ritratto del proconsole romano Marco Nonio Balbo che si staccò dal torso a causa dell’eruzione.

PAErco Teatro Tour rientra nel programma Campania by Night. Il personale addetto fornirà ai visitatori caschi di sicurezza, impermeabili monouso e torce elettriche.

L’iniziativa si terrà nei giorni 16,17,23,24, 30 giugno, 1 luglio, 6,7,13,14 ottobre 2018. I turni di visita inizieranno alle 18.30 per concludersi alle 20.45.

Biglietti: Intero 15 euro, ridotto 10 euro per ragazzi tra i 18 e i 30 anni e i possessoti delle card di Campania Artecard. I biglietti sono acquistabili in prevendita su Ticketone.it e presso lo sportello della biglietteria degli Scavi di Ercolano tutti i giorni dalle 9 alle 17 (fino alle 12 nel giorno della visita).

Per info: http://ercolano.beniculturali.it/

Riapre dopo oltre vent'anni il Teatro Antico degli Scavi di Ercolano
Riapre dopo oltre vent'anni il Teatro Antico degli Scavi di Ercolano


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma    

NEWSLETTER