Ricercatori scoprono un disegno nascosto in un'opera famosa di Picasso


I ricercatori dell’Art Institute of Chicago hanno scoperto un disegno nascosto sotto a un’opera famosa di Pablo Picasso, Natura morta del 1922.

Grazie all’utilizzo di tecnologie a raggi X, un gruppo di ricercatori ha scoperto un disegno nascosto sotto a una delle più famose opere di Pablo Picasso, Natura morta, realizzata nel 1922. 

Un’insolita scoperta, come l’hanno definita i ricercatori dell’Art Institute of Chicago, dove l’opera è esposta, che ha rivelato la presenza di uno schizzo, sul retro della tela, raffigurante una brocca, una tazza e un giornale su una sedia. 

Secondo quanto si legge nello studio pubblicato su SN Applied Science, le immagini a infrarossi hanno rivelato che Picasso aveva originariamente rappresentato una natura morta neoclassica sulla tela. Aveva poi applicato uno strato bianco a base di piombo su questa prima composizione per dipingere successivamente il famoso quadro datato 4 febbraio 1922.

Sembra che questo strato bianco sia stato applicato con pennello con l’intento di bloccare la prima composizione e fornire una superficie uniforme al successivo dipinto del 1922. “Un fatto pressoché insolito nella produzione di Picasso, poiché l’artista spesso dipingeva direttamente sulle precedenti composizioni, rendendo evidente che forme sottostanti avrebbero influenzato il dipinto finale” affermano i ricercatori.  

Nella foto, l’immagine a infrarossi che ha rivelato il disegno nascosto.

 

Ricercatori scoprono un disegno nascosto in un'opera famosa di Picasso
Ricercatori scoprono un disegno nascosto in un'opera famosa di Picasso


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma    

NEWSLETTER