La testa Carafa di Donatello rappresenterà Napoli a Matera 2019


La statua bronzea di Donatello che raffigura la testa di un cavallo, conservata al MANN di Napoli, sarà esposta per tre mesi a Matera 2019.

Il direttore del MANN di Napoli, Paolo Giulierini, è orgoglioso di poter annunciare che la testa di cavallo bronzea di grandi dimensioni (1,75 metri) sarà ospite per tre mesi a Matera, Capitale Europea della Cultura 2019, presso il Museo Nazionale d’Arte Medievale e Moderna di Palazzo Lanfranchi.

Si tratta della statua in bronzo realizzata da Donatello, meglio conosciuta come Testa Carafa, dal nome del palazzo che custodiva l’opera, prima di essere acquisita dal MANN.

"La testa di cavallo di Donatello, uno dei simboli della città di Napoli rappresenterà il Museo Archeologico di Napoli a Matera 2019. Siamo felici essere tra protagonisti della più grande mostra mai realizzata prima d’ora in Italia per rileggere il Rinascimento da Sud, in programma la prossima primavera" ha affermato Giulierini. 

La testa Carafa sarà accompagnata dai Torsi dei Dioscuri, di arte romana, nell’esposizione che si terrà da aprile a luglio 2019.

Ph.Credit

La testa Carafa di Donatello rappresenterà Napoli a Matera 2019
La testa Carafa di Donatello rappresenterà Napoli a Matera 2019


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma