Tutti pazzi per Leonardo da Vinci al Louvre. Via alla mostra, con 260.000 prenotazioni


La mostra di Leonardo da Vinci al Louvre è già un successo: 260.000 prenotazioni già staccate, e flussi di visitatori altissimi.

Parte la grande mostra delle polemiche, la rassegna su Leonardo da Vinci al Louvre, in programma dal 24 ottobre 2019 al 24 febbraio 2020: l’esposizione, definita “eccezionale” dai suoi organizzatori, radunerà, oltre alle opere conservate nel museo parigino (la Vergine delle rocce, la Madonna col Bambino e sant’Anna, il San Giovanni Battista, la Belle Ferronnière e, ovviamente, la Gioconda, che però rimarrà nella sua sala), alcuni dipinti e disegni in arrivo dall’Italia (a cominciare dall’Uomo vitruviano, passando per la Scapigliata e per gli studi per la Battaglia di Anghiari) e da altri paesi: un importante nucleo di disegni arriva, per esempio, dalle collezioni dei reali d’Inghilterra, da San Pietroburgo arriva la Madonna Benois, e in più ci sono anche opere di artisti del contesto (spicca l’Incredulità di san Tommaso del Verrocchio, in arrivo da Firenze).

Curata da Vincent Delieuvin e Louis Frank, la mostra è un successo già al primo giorno d’apertura: sono al momento ben 260.000 le prenotazioni già effettuate, e fino al 3 novembre è già tutto esaurito. In tilt il sito delle prenotazioni: nel momento in cui scriviamo quest’articolo, la sera del primo giorno d’apertura, è a tratti irraggiungibile, e se va bene è molto lento, malgrado la prenotazione sia obbligatoria. La Leonardo-mania ha però avuto la meglio sui mezzi tecnologici. Si prevede un afflusso di visitatori tra i cinque e i settemila al giorno: se la media dovesse essere questa, a fine mostra si conteranno tra i 600.000 e gli 840.000 visitatori. Numeri da capogiro per una mostra temporanea: si pensi che la mostra più visitata dello scorso anno in Italia (Dentro Caravaggio, tenutasi a Palazzo Reale a cavallo dal settembre 2017 al 2018) si è fermata a una media di 3.344 visitatori, staccando di netto la seconda classificata (la mostra Van Gogh. Tra il grano e il cielo alla Basilica Palladiana di Vicenza: media di 2.438 visitatori). Ma anche per il Louvre si tratterà di numeri straordinari: lo scorso anno, la mostra su Delacroix, che fu un grande successo, attirò circa 540.000 visitatori.

La prenotazione obbligatoria è una misura straordinaria per il Louvre, anche se non è la prima volta che il museo di Parigi la adotta per far fronte all’enorme flusso di visitatori previsto: già nel 2017, in occasione della mostra su Jan Vermeer, era stata utilizzata.

Tutti pazzi per Leonardo da Vinci al Louvre. Via alla mostra, con 260.000 prenotazioni
Tutti pazzi per Leonardo da Vinci al Louvre. Via alla mostra, con 260.000 prenotazioni


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER