Nasce un videogioco per conoscere il territorio di Spoleto e della Valnerina


Nasce The Umbrian Chronicles, il videogioco culturale per scoprire il territorio di Spoleto e della Valnerina. 

Un videogioco per valorizzare il territorio di Spoleto e della Valnerina: The Umbrian Chronicles è disponibile dal 23 dicembre per smartphone e tablet. 

Targato Entertainment Game Apps Ltd, si tratta di un videogioco culturale che rientra nell’ambito delle attività previste dal progetto Connessioni museali: tra valli e monti, borghi e città presentato dalla Regione Umbria. Un’opera ludico-narrativa che segue le vicende di Ponzia, la protagonista:  giunta a Spoleto per scrivere un articolo sulla vita culturale del territorio locale, visiterà musei, incontrerà personaggi storici, conoscerà miti e racconti, scoprendo inoltre che proprio in quei luoghi si nasconde la storia delle sue origini.

Per sviluppare il videogioco sono state compiute ricerche riguardo le undici sedi museali e nei cinque comuni umbri coinvolti, oltre ad altri luoghi. 

Spoleto: Palazzo Collicola, Casa Romana, Museo del Tessuto e del Costume, Museo della Ex Ferrovia Spoleto-Norcia, Museo delle Miniere, MUST Museo di Scienze del Territorio - Laboratorio Scienze della Terra, Rocca Albornoziana – Museo Nazionale del Ducato di Spoleto, Museo Archeologico Nazionale e Teatro romano, Basilica di San Salvatore e Cimitero monumentale;
Cerreto di Spoleto: Museo delle Mummie, CEDRAV - Museo del Ciarlatano;
Monteleone di Spoleto: Museo della Biga, rovine Monastero di Santa Caterina;
Sant’Anatolia di Narco: Museo della Canapa, Abbazia dei Santi Felice e Mauro, Piano delle Melette;
Vallo di Nera: Casa dei Racconti, Chiesa di Santa Maria Assunta.

Ha supportato l’attività di ricerca anche l’associazione culturale IVIPRO. 

Grazie ai materiali raccolti sono state ottenute le informazioni storico-culturali necessarie per lo sviluppo della trama di The Umbrian Chronicles; l’ambientazione di gioco vede invece protagonisti i principali luoghi di interesse dei cinque Comuni coinvolti, di cui sono stati riprodotti gli edifici in 3D con un’estetica low poly capace di renderli, in modo stilizzato ma realistico, immediatamente riconoscibili al giocatore. In questo modo il videogioco intende essere uno strumento didattico utilizzabile sia on site che off site

Disponibile su Play Store (Android) e prossimamente anche su App Store (iOS).

 

Nasce un videogioco per conoscere il territorio di Spoleto e della Valnerina
Nasce un videogioco per conoscere il territorio di Spoleto e della Valnerina


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma