La pandemia ha fatto aumentare il numero degli italiani che leggono libri


Secondo un’indagine realizzata da AIE e MiBACT, durante la pandemia è aumentato il numero degli italiani che leggono libri.

La pandemia di Covid-19, complice il confinamento forzato a cui sono stati sottoposti tutti gli italiani, ha fatto aumentare il numero di lettori nel paese. A rilevarlo è l’Associazione Italiana Editori, che con un suo sondaggio condotto tra cittadini di età compresa tra i 15 e i 74 anni (si tratta dell’indagine La lettura e in cosumi culturali nell’anno dell’emergenza, curata assieme al Cepell - Centro per il libro e la lettura del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo) ha riscontrato che la percentuale di chi ha letto almeno un libro all’anno (ebook e audiolibri inclusi, con i primi che hanno costituito il 30% del totale delle letture e i secondi il 12%) è salita al 61%, contro il 58% rilevato dalla stessa indagine nel 2019 e dal 55% nel 2018. In aumento anche la lettura di ebook (era al 25% nel 2019) e l’ascolto di audiolibri (10% nel 2019).

“I segnali sono positivi”, afferma Paola Passarelli, direttore generale Biblioteche e diritto d’autore del MiBACT. “Il mondo dell’editoria e del libro hanno dimostrato di essere più resilienti anche rispetto ad altri settori. Ad aumentare gli effetti di queste azioni hanno poi provveduto gli interventi voluti dal governo e attuati dalla direzione”.

Per quanto riguarda gli acquisti, ben 3,4 milioni di italiani, dall’inizio del primo lockdown, hanno comperato per la prima volta nella loro vita un libro utilizzando un portale online, mentre 2,3 milioni sono stati gli italiani che hanno acquistato per la prima volta un ebook. Resistono però le librerie: a ottobre 2020, il 67% dei lettori dichiara di frequentarle (erano però il 74% nel 2019, ma a influire sul calo sono state sicuramente le chiusure: lo dimostra il fatto che solo il 20% dei lettori dichiarava di essersi recato in libreria a maggio 2020).

“I dati sulla lettura”, sottolinea il presidente dell’Associazione Italiana Editori, Riccardo Franco Levi, “sono allineati al trend di ripresa delle vendite e sono un incoraggiamento sia per gli editori che per le istituzioni pubbliche, che molto hanno fatto in questi mesi a sostegno del mondo del libro”.

La pandemia ha fatto aumentare il numero degli italiani che leggono libri
La pandemia ha fatto aumentare il numero degli italiani che leggono libri


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma