Lo sport per Dante: Divina Commedia letta nei dialetti e un fumetto per bambini


L’Associazione Italiana Cultura Sport celebra il settecentesimo anniversario della scomparsa di Dante con varie iniziative. 

In occasione dei settecento anni dalla scomparsa di Dante Alighieri, l’Associazione Italiana Cultura Sport celebra il Sommo Poeta con un grande progetto di divulgazione culturale che intende porre in luce il Dante uomo attraverso la rete capillare dei suoi comitati territoriali e i suoi soci, con particolare attenzione ai giovanissimi.

Conferenze e laboratori, un fumetto per bambini e la Divina Commedia letta nei vari dialetti d’Italia: oltre venti iniziative, in presenza e radiofonici. 

In collaborazione con la Rete italiana di cultura popolare, la maratona di lettura della Divina commedia nei diversi dialetti d’Italia coinvolgerà tutta la penisola. I testi saranno forniti dal Fondo Tullio De Mauro ai comitati provinciali di AiCS  e alle scuole del territorio nazionale. A partire dal 25 marzo, il Dantedì, ogni 25 del mese per tutto l’anno fino a novembre, quando inizierà il Festival della Cultura Popolare a Torino, sarà trasmessa su Tradiradio.org una rubrica dedicata alle parlate che arriveranno al Fondo da ogni territorio italiano. Chiunque potrà effettuare le registrazioni tramite il portale della Rete nella sezione “Dona la voce” https://www.reteitalianaculturapopolare.org/dona-la-voce.html

Nelle città di Ravenna, Verona, Portico di Romagna, Chitignano, Poppi, Gubbio, Terra del Sole, AiCS organizzerà (a partire dal 17 aprile) otto conferenze dedicate al rapporto tra la città e Dante e ai costumi e agli usi culturali e storici del tempo in cui visse. Le conferenze affronteranno vari temi, come la morte di Dante e la sua tomba; il cibo e la cucina al tempo di Dante; l’abbigliamento femminile al tempo di Dante e la figura di Beatrice; gli ecclesiastici e la guerra del Basso Medioevo; Dante in battaglia (e la battaglia di Campaldino); il duello al tempo di Dante (con il laboratorio di scherma per bambini); la veste rossa di Dante e il laboratorio di costume per bambini.

Anche un fumetto per bambini omaggia Dante: scritto e disegnato da Francesco D’Onofrio e Raffaele Posulu, racconta la vita di Dante ed è suddiviso in quattro momenti fondamentali: l’amore per Beatrice, l’amicizia con altri poeti del “dolce stil novo”, lo scontro politico tra guelfi bianchi e neri, l’esilio lontano da Firenze. Ogni momento è raccontato attraverso una frase, in cui gli autori si rivolgono al giovanotto o alla fanciulla che legge, e attraverso i fumetti. I più piccoli, alla fine del libro, troveranno delle domande di comprensione del testo e dei giochi di abilità, basati sul personaggio e sulle sue opere.

Il progetto è ideato e promosso da AiCS direzione nazionale – Settore cultura, in collaborazione con esperti di storia del costume e rievocazioni storiche; ha il patrocinio del Comitato nazionale per la celebrazione dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, delle regioni Emilia-Romagna, Toscana, Umbria e Veneto, e dei Comuni di Ravenna, Verona, Portico di Romagna, Chitignano, Poppi, Gubbio, Terra del Sole.

Lo sport per Dante: Divina Commedia letta nei dialetti e un fumetto per bambini
Lo sport per Dante: Divina Commedia letta nei dialetti e un fumetto per bambini


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma