Alla Casa di Goethe una mostra sull'Italia d'inizio Ottocento vista dagli artisti del Grand Tour. Esposti inediti e rarità


Dal 6 ottobre 2019 al 9 febbraio 2020, la Casa di Goethe a Roma presenta, con la mostra Sguardi sull’Italia 1780-1850, una scelta di disegni e incisioni dalla propria collezione finora raramente esposta. I paesaggi e le vedute urbane degli artisti tedeschi, italiani, inglesi e francesi del XVIII e XIX rivelano lo sguardo personale di ciascuno di loro sul nostro Belpaese. Un tema centrale della mostra è l’opera di Christoph Heinrich Kniep (Hildesheim, 1755 - Napoli, 1825), nel 1787 accompagnatore di viaggio di Goethe in Sicilia, dove esegue anche alcuni disegni per il poeta. La Casa di Goethe ha recentemente acquisito due disegni a seppia di grande formato di Kniep, ora presentati per la prima volta insieme alle altre opere dell’artista già presenti in collezione.

Un’altra sezione è dedicata a una serie di disegni e incisioni di alta qualità che raffigurano panorami di Roma, come per esempio dell’incisore inglese Samuel Bellin (Londra, 1799 - 1893). Il panorama dell’urbe del celebre scultore Eugène-Louis Lequesne (Parigi, 1815 - 1887) rappresenta una rarità nella sua opera. Un foglio eccezionale: la veduta di Piazza del Popolo e dintorni  da una mongolfiera, pubblicata nel 1850 circa come litografia a colori da Louis Jules Arnout (Parigi, 1814 - 1868).

In mostra anche alcune preziose serie di incisioni come  ad esempio la serie di Balthasar Anton Dunker (Saal, 1746 - Berna, 1807) realizzata da disegni di Jakob Philipp Hackert (Prenzlau, 1737 - Firenze, 1807) che raffigurò nel 1780 i dintorni della Villa di Orazio sui Monti Sabini. Nel 1808 Wilhelm Friedrich Gmelin (Badenweiler, 1760 - Roma, 1820) si dedicò invece agli antichi monumenti e paesaggi di Tivoli.

Un’altra sala della mostra racconta Paestum, Pompei, il Golfo di Napoli e la Sicilia: l’antichità e le bellezze paesaggistiche di questi luoghi affascinano da sempre gli artisti. Vengono presentati due rari disegni con gli scavi di Pompei del pittore berlinese Eduard Magnus (Berlino, 1799 - 1872), uno dei ritrattisti più celebri del suo tempo.  Gli schizzi del suo viaggio in Italia conservati nella Casa di Goethe sono gli unici documenti che provano la sua attività anche come paesaggista.

Infine le splendide incisioni di Georg Hackert (Prenzlau, 1755 - Firenze, 1805, fratello del famoso Jakob Philipp Hackert), e di Giovanni Battista Piranesi (Mogliano Veneto, 1720 - Roma, 1778) e il figlio di quest’ultimo, Francesco (Roma, 1756 - Parigi, 1810).

La mostra conduce il pubblico in numerosi luoghi del Grand Tour di Goethe e il visitatore accompagna il poeta nel suo viaggio italiano.  Le opere di artisti della sua cerchia, ma anche di generazioni successive, confermano l’originalità e la peculiarità tematica della collezione d’arte della Casa di Goethe.

Per tutte le informazioni potete telefonare al numero +39 06 32650412, mandare una mail a info@casadigoethe.it oppure visitare il sito ufficiale della Casa di Goethe.

Nell’immagine: Christoph Heinrich Kniep, Colosseo

Fonte: comunicato

Alla Casa di Goethe una mostra sull'Italia d'inizio Ottocento vista dagli artisti del Grand Tour. Esposti inediti e rarità
Alla Casa di Goethe una mostra sull'Italia d'inizio Ottocento vista dagli artisti del Grand Tour. Esposti inediti e rarità

Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER







Login

Username / EmailPassword

Ricordami

Password dimenticata?

Non hai ancora un account? Registrati ora!!!

Tag cloud


Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Toscana    

Strumenti utili