Finestre sull'Arte introduce l'abbonamento online. La nuova formula per leggere la rivista


Garantite le letture gratuite per gli articoli del giorno, più tre articoli di archivio al mese. L'abbonamento sarà di dodici euro all'anno.

Cara Lettrice, caro Lettore,

le sfide che il futuro dell’editoria ci pone sono ardue, lunghe e impegnative: questo soprattutto in un settore di ridotte dimensioni quale è il nostro, quello dell’editoria d’arte, che conta sulla passione di tanti lettori che compongono una nicchia eterogenea, animata, appassionata, forte, bramosa di conoscere, desiderosa di discutere, animata dalla volontà d’informarsi bene e in modo sicuro, da fonti affidabili. Lettori che, dunque, meritano un’informazione all’altezza, un’informazione di qualità, un’informazione indipendente, quale è l’informazione che Finestre sull’Arte ha sempre voluto fornire al proprio pubblico.

Alla nostra rivista, nata come sito divulgativo nel 2009 e trasformato in un giornale dal taglio tradizionale nel 2017, si è poi aggiunta lo scorso anno la versione cartacea. Sia sull’online, sia sul cartaceo, trovate costantemente articoli di firme prestigiose o di esperti del settore, e articoli di giovani storici dell’arte, critici e giornalisti, che intendiamo valorizzare, e che remuneriamo con compensi che seguono i tariffari di mercato.

Tutta questa attività ha un costo: l’editoria non è mai gratuita, anche quando ai lettori si offrono contenuti che non prevedono si corrisponda una somma. Al momento, Finestre sull’Arte non fa ricorso alle sovvenzioni statali per l’editoria, ma si sostiene esclusivamente con le proprie forze, attraverso la vendita di banner pubblicitarî e dei nostri prodotti editoriali. Da oggi, ampliamo quest’ultima offerta introducendo un abbonamento alla rivista online che consentirà di accedere a tutti gli articoli pubblicati sulla nostra rivista. Il costo, a nostro avviso, è simbolico: dodici euro l’anno o, se preferisci, un euro al mese.

Una cifra che, sebbene modesta, offre almeno due garanzie importanti. La prima, per noi fondamentale: garantisce la nostra indipendenza. Per noi questo è il valore basilare, quello da cui tutto deve partire. La seconda, garantisce alla nostra rivista d’ampliare l’offerta dei contenuti, con più articoli e con una platea più ampia di firme in grado di portarvi opinioni qualificate e divulgazione artistica di altissima qualità.

Siamo però anche fermi su un punto: l’informazione è un diritto inalienabile. Per questo abbiamo studiato una formula innovativa, per garantire a tutti la libertà di conoscere tutto ciò che accade nel mondo dell’arte, e che noi raccontiamo giorno per giorno con il nostro lavoro: la formula prevede che gli articoli pubblicati nell’arco della giornata possano essere letti da tutti gratuitamente e senza limitazioni d’alcuna sorta. A questi, si aggiungono tre articoli d’archivio che possono essere letti, anch’essi in forma gratuita e senza barriere, nell’arco d’un mese.

Con questo ampliamento della nostra offerta editoriale siamo sicuri che potremo garantirti un Finestre sull’Arte sempre più indipendente e sempre più di qualità, con la consapevolezza di rendere a te un servizio utile e interessante, che possa arrivarti attraverso una voce libera, che cerca di portarti ogni giorno il mondo dell’arte e della cultura in modo chiaro, etico, preciso, attento, scrupoloso e affidabile.

Il direttore responsabile
Federico Giannini


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE

Federico Giannini

L'autore di questo articolo: Federico Giannini

Giornalista d'arte, nato a Massa nel 1986, laureato a Pisa nel 2010. Ho fondato Finestre sull'Arte con Ilaria Baratta. Oltre che su queste pagine, scrivo su Art e Dossier e su Left. Seguimi su Twitter:

Leggi il profilo completo


Commenta l'articolo che hai appena letto



Commenta come:      
Spunta questa casella se vuoi essere avvisato via mail di nuovi commenti



1. Silvia Trevale in data 30/04/2020, 14:08:03

Gli articoli possono essere letti
solo nel giorno di pubblicazione, vero?
Salvo i tre articoli leggibili nell'arco di un mese, vero?
Grazie







Torna indietro



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER