Amighetto Amighetti in mostra a Poggio a Caiano


Alle Scuderie Medicee di Poggio a Caiano è in corso fino al 3 giugno una mostra antologica dedicata ad Amighetto Amighetti, artista genovese di origine poggiese (entrambi i genitori sono nati a Poggio), morto a soli 28 anni (1902-1930), dopo una carriera pittorica iniziata precocemente. Nel 1924 ebbe le sue prime esposizioni a Genova, sua città natale, e, a soli 26 anni, ricevette l’approvazione unanime della critica che gli permise di portare le sue opere alla Biennale di Venezia del 1928.

Seppur indicato dalla critica e dal mercato d’arte fra i pittori liguri, Amighetti è in realtà di origini toscane e proprio a Poggio a Caiano riposa nel cimitero, non lontano dalla tomba di Ardengo Soffici. Non si hanno notizie certe della frequentazione in vita dei due artisti, nonostante Amighetti passasse le lunghe estati nella casa paterna a Loretino, lungo la strada che da Comeana porta a Poggio a Caiano, ma una significativa circostanza li avvicina: nel 1928 alla Biennale di Venezia Soffici fa parte della giuria di accettazione delle opere, Amighetto fu uno dei pittori ammessi con l’opera “Natura morta” che oggi è possibile ritrovare nel percorso espositivo.

Curata da Franco Dioli, la mostra espone una consistente parte della produzione artistica di Amighetti, fra ritratti, paesaggi toscani e nature morte. Fra le opere anche l’Autoritratto del 1925, austero e insieme colmo di grazia che nel 2016 Mondadori scelse come copertina del volume di Giovanni Papini, “Un uomo finito”.
Amighetti dipinge splendidi paesaggi ma è con la figura che ottiene i migliori risultati. Nella sua arte si ritrovano similitudini con Felice Carena (suo maestro all’Accademia di belle arti di Firenze), con Felice Casorati, soprattutto il primo Casorati, per la notevole capacità di sintesi formale, ma anche con Armando Spadini, nella consistenza tenera dei gesti e dei personaggi più piccoli e per le scene familiari.

Del percorso espositivo, esterno al Museo, fa parte anche la chiesa di San Michele Arcangelo a Comeana (aperta tutti i giorni dalle 9 alle 13) nella quale ammirare la pala che Amighetti realizzò, nel 1919 a soli 17 anni. Una copia da Guido Reni nella quale è già rintracciabile il pittore solido e maturo precocemente formato.

Orario: da giovedì a domenica dalle 10 alle 13 e dalle 14.30 alle 19. Prezzo del biglietto: 3 € intero, gratuito per i minori fino ai 18 anni.

Amighetto Amighetti in mostra a Poggio a Caiano
Amighetto Amighetti in mostra a Poggio a Caiano


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma