Baldassarre Castiglione e Raffaello. Palazzo Ducale di Urbino celebra l'autore del Cortegiano e il grande artista


Dal 19 luglio all’1 novembre 2020 Palazzo Ducale di Urbino presenta la mostra Baldassarre Castiglione e Raffaello. Volti e momenti della civiltà di corte.

Nelle Sale del Castellare di Palazzo Ducale a Urbino sarà allestita dal 19 luglio all’1 novembre 2020 la mostra Baldassarre Castiglione e Raffaello. Volti e momenti della civiltà di corte, a cura di Vittorio Sgarbi e Elisabetta Soletti

Un progetto che rientra nelle celebrazioni dei cinquecento anni dalla morte di Raffaello, promosso dal Comitato Nazionale, dalla Regione Marche e dal Comune di Urbino. 

In questa occasione verrà raccontata la vicenda di uno delle figure centrali del Rinascimento, Baldassarre Castiglione (Casatico, 1478 – Toledo, 1529), l’umanista e letterato noto per il Cortegiano, l’opera che fornì il modello di comportamento per l’alta società d’Europa. 

Sarebbe tuttavia riduttivo presentare la figura di Castiglione unicamente come l’autore del Cortegiano: la mostra intende evidenziare la sua personalità di intellettuale finissimo, vicino a grandi artisti, in particolare a Raffaello, ma anche a scrittori, intellettuali, regnanti e papi. Fu anche un attento politico e militare al servizio dello Stato della Chiesa, del Marchesato di Mantova e del Ducato di Urbino.

La rassegna vuole ricostruire l’intera vicenda di Castiglione contestualizzandola accanto a figure del suo tempo, come Guidobaldo da Montefeltro Duca di Urbino, Leone X, gli Sforza, i Gonzaga, Isabella d’Este, l’Imperatore Carlo V, artisti quali Raffaello, Leonardo, Tiziano, Giulio Romano, e intellettuali come Pietro Bembo. 

La mostra è suddivisa in sette sezioni che illustrano con opere e strumenti multimediali l’epoca di Baldassarre Castiglione; presenti anche abiti per feste, tornei e parate, armi, antiche edizioni e manoscritti.

“Unire i nomi di Raffaello e di Baldassarre Castiglione” sottolinea la curatrice Elisabetta Soletti "significa dare il giusto rilievo al fondamentale contributo del sommo artista e del grande scrittore nella creazione del mito di Urbino e della sua corte nei primi decenni del Cinquecento. A entrambi infatti si deve l’affermazione del primato culturale del Rinascimento italiano in tutta Europa. Il Cortegiano a lungo ha rappresentato il modello ideale dei valori della civiltà delle corti, come è documentato dall’eccezionale successo editoriale dell’opera, che fu tradotta in tutte le principali lingue nazionali, spagnolo, portoghese, francese, inglese, tedesco, polacco. Un successo che conobbe una profonda e duratura fortuna fino al XVIII secolo”.

Immagine: Raffaello, Ritratto di Baldassarre Castiglione (1516-1519). Riproduzione di FACTUM ARTE

Baldassarre Castiglione e Raffaello. Palazzo Ducale di Urbino celebra l'autore del Cortegiano e il grande artista
Baldassarre Castiglione e Raffaello. Palazzo Ducale di Urbino celebra l'autore del Cortegiano e il grande artista


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER