Trento, alla Galleria Civica le spettacolari ceramiche di Bertozzi & Casoni in Antropocene


Dal 13 marzo al 5 giugno 2022, la Galleria Civica di Trento ospita “Antropocene”, mostra che mette a confronto le spettacolari ceramiche di Bertozzi & Casoni con opere di Lucio Fontana, Giorgio Morandi, Fausto Melotti e altri grandi del Novecento.

Dal 13 marzo al 5 giugno 2022, la Galleria Civica di Trento ospita Antropocene, importante mostra del duo Bertozzi & Casoni, fondato nel 1980 da Giampaolo Bertozzi (Borgo Tossignano, 1957) e Stefano Dal Monte Casoni (Lugo, 1961) a Imola, e nome di spicco della scultura in ceramica. Grandi sperimentatori e artisti di fama internazionale, Bertozzi & Casoni rappresentano una realtà distorta prestando particolare attenzione agli elementi di scarto o secondari.

Il loro lavoro si contraddistingue per la raffinatezza tecnica e per la spiccata vocazione iperrealista: nell’intreccio di elementi naturali, vegetali e antropici, ingannano l’occhio e danno vita a morfismi capaci di uscire dalle tradizionali categorie di pensiero. La materia viene utilizzata per creare cortocircuiti cognitivi e per suggerire nuove letture sui fenomeni sociali, culturali, economici e politici. Con velata ironia, il lavoro di Bertozzi & Casoni destabilizza, provocando slittamenti di senso e confusione fra segno e apparenza. Contemplando il presente, gli artisti ne celebrano le fragilità e l’illogico; come attratti dal caduco, dal transitorio, descrivono la condizione umana in quella che hanno definito “epopea del trash”. In una galassia di rifiuti e superfluo, Bertozzi & Casoni propongono riflessioni sui grandi temi della società contemporanea: dal cambiamento climatico alle migrazioni, dal consumismo alla distruzione della biodiversità. Tutti esiti irreversibili causati dall’azione dell’uomo e che hanno portato alla concettualizzazione del termine Antropocene, che dà il titolo alla mostra curata da Gabriele Lorenzoni.

A proposito della ricerca di Bertozzi & Casoni, il curatore Lorenzoni nel saggio in catalogo scrive: “Le opere di Bertozzi & Casoni sono il trionfo della tecnica, ma non sono pensate affinché il virtuosismo esibito metta in soggezione il fruitore; cercano anzi di essere accoglienti e di inserirsi nel flusso della quotidianità, fermo restando la loro dimensione talvolta provocatoria, talvolta repellente, spesso ironica, a ogni modo sempre giocata sul sottile confine della sfida. Per fare questo, oltre alla già citata e sorprendente abilità tecnica e a un’innata capacità di leggere i fenomeni socio-culturali, economici e politici del mondo attuale, sanno gettare ponti continui e talvolta inaspettati verso la grande tradizione della storia dell’arte, dalla quale attingono a piene mani sia stimoli formali che riferimenti criptati, rendendoli parte attiva nella continua alternanza di alto e basso, colto e triviale, che caratterizza la loro poetica”.

Bertozzi & Casoni, Architettura Design (2016; ceramica)
Bertozzi & Casoni, Architettura Design (2016; ceramica)
Bertozzi & Casoni, Bel Paese (2010; ceramica)
Bertozzi & Casoni, Bel Paese (2010; ceramica)
Bertozzi & Casoni, Cestino della discordia (2003; ceramica; Studio d'Arte Raffaelli)
Bertozzi & Casoni, Cestino della discordia (2003; ceramica; Studio d’Arte Raffaelli)

La mostra

Tra animali, oggetti abbandonati, fiori e personaggi fantastici, la Galleria Civica di Trento presenta un’esposizione ricca e articolata. Nel polimorfismo delle sculture è possibile cogliere riferimenti alla storia dell’arte, al cinema, al design e alla quotidianità. In mostra alcune opere monumentali come Polar bear, Le Cinque Stagioni, Pinocchio, Ritratto (Mademoiselle Rivière) e Terra! accanto a lavori iconici come Sparecchiatura, Il Cestino della discordia e Uova. Da segnalare la serie di cassette postali che prende il nome di 13 buche, lavoro inedito.

La mostra si sviluppa lungo quattro sezioni monografiche su Bertozzi & Casoni che si intrecciano a quattro confronti tematici:ì il lavoro dei ceramisti dialoga con un’attenta selezione di opere di grandi maestri appartenenti alle Collezioni del Mart di Rovereto, come Lucio Fontana, Fausto Melotti, Giorgio Morandi, Thomas Demand, Clegg & Guttmann e Adalberto Libera. Il primo confronto coinvolge Lucio Fontana e Fausto Melotti in una riflessione sulla ceramica come medium, non più disciplina minore destinata alle arti ornamentali ma, finalmente, scultura dipinta, adatta a forme contemporanee di sperimentazione. Protagonista del secondo dialogo è Giorgio Morandi a cui Bertozzi & Casoni dedicano un ciclo di opere. Per realizzarle, i due hanno studiato i modelli che il pittore utilizzava per i suoi quadri, oggetti tridimensionali presenti nel Museo Morandi di Bologna.

È poi il turno della fotografia, linguaggio rappresentato dagli artisti Thomas Demand e Clegg & Guttmann che nei loro scatti circoscrivono porzioni di quotidiana realtà. L’ultimo accostamento è quello con l’architetto trentino Adalberto Libera, tra i maggiori esponenti del Razionalismo italiano a cui il Mart ha dedicato un’importante mostra nel 2013. Bertozzi & Casoni hanno selezionato una coppia di opere pittoriche dell’architetto e su questa base hanno realizzato due lavori site-specific, omaggi che celebrano la figura di Libera e le Collezioni del Mart. Da un’idea di Vittorio Sgarbi e a cura di Gabriele Lorenzoni, la mostra è realizzata in collaborazione con il Museo Bertozzi & Casoni di Sassuolo. Nel catalogo che accompagna la mostra sono presenti un contributo critico di Daniele Capra e un testo poetico di David Riondino.

Bertozzi & Casoni, Grottesca (2013; ceramica)
Bertozzi & Casoni, Grottesca (2013; ceramica)
Bertozzi & Casoni, Per Morandi (2020; ceramica)
Bertozzi & Casoni, Per Morandi (2020; ceramica)
Bertozzi & Casoni, Ritratto (2019; ceramica)
Bertozzi & Casoni, Ritratto (2019; ceramica)

Su Bertozzi & Casoni

Giampaolo Bertozzi e Stefano Dal Monte Casoni si formano all’Istituto Statale d’Arte per la Ceramica di Faenza e all’Accademia di Belle Arti di Bologna. Negli anni Ottanta collaborano con la Cooperativa Ceramica di Imola come ricercatori nel Centro Sperimentazioni e Ricerche sulla Ceramica e K (Keramikos). International ceramics magazine. A partire dagli anni Novanta riscuotono il favore della critica ed espongono nei templi dedicati all’arte e al design, in musei e gallerie come la Triennale di Milano.

Negli ultimi anni sono stati presenti in mostre e progetti alla Tate Liverpool, alla XIV Quadriennale di Roma, a Ca’ Pesaro, alla Sperone Westwater di Lugano e New York, alla Galleria Robilant+Voena di Londra. Tra le personali si ricordano quelle al Museum Beelden aan Zee all’Aia, alla Galleria Cardi di Pietrasanta, a Palazzo Te di Mantova, al MARCA di Catanzaro, al MAMbo e al museo Morandi di Bologna. Nel 2009 hanno partecipato alla Biennale di Venezia, Padiglione Italia. Nel 2017 ha inaugurato il Museo Bertozzi & Casoni presso la Cavallerizza Ducale di Sassuolo, uno spazio permanente che raccoglie una selezione delle opere più significative della loro produzione artistica.

Bertozzi & Casoni, Terra (2019; ceramica)
Bertozzi & Casoni, Terra (2019; ceramica)
Adalberto Libera, Natura morta (s.d.; Mart, Rovereto)
Adalberto Libera, Natura morta (s.d.; Mart, Rovereto)
Fausto Melotti, Coppa (1954; Mart, Rovereto)
Fausto Melotti, Coppa (1954; Mart, Rovereto)

Informazioni sulla mostra

Titolo mostraBertozzi & Casoni. Antropocene
CittàTrento
SedeGalleria Civica di Trento
DateDal 13/03/2022 al 05/06/2022
ArtistiBertozzi & Casoni
CuratoriGabriele Lorenzoni
TemiArte contemporanea, Ceramica

Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


A Bergamo una grande mostra su Regina, la prima scultrice dell'avanguardia italiana
A Bergamo una grande mostra su Regina, la prima scultrice dell'avanguardia italiana
Per la prima volta Roma una personale di Shi Liang, l'alchimista di materie naturali
Per la prima volta Roma una personale di Shi Liang, l'alchimista di materie naturali
A Ravenna esposte 20 opere realizzate con i LEGO da Riccardo Zangelmi
A Ravenna esposte 20 opere realizzate con i LEGO da Riccardo Zangelmi
Al British Museum la più grande mostra su Stonehenge
Al British Museum la più grande mostra su Stonehenge
A Palau la personale della fotografa Monika Bulaj dedicata alle minoranze etniche a rischio
A Palau la personale della fotografa Monika Bulaj dedicata alle minoranze etniche a rischio
A Bergamo diversi artisti internazionali riflettono sul Covid in una mostra
A Bergamo diversi artisti internazionali riflettono sul Covid in una mostra